"Fa'fafine": con Kids arriva a Lecce lo spettacolo sul dinosauro dal "terzo sesso"

giovedì 29 dicembre 2016
 "Mi chiamo Alex e sono un dinosauro": domani al Paisiello il Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni ospita lo spettacolo - patrocinato da Amnesty International e vincitore dell'Eolo Awards - che racconta la storia di un “gender creative child”. Prosegue anche l'Operazione Robin Hood, un abbonamento "sospeso" per i bimbi indigenti, per rendere il festival più inclusivo.


Arriva a Lecce domani, venerdì 30 dicembre alle 20.30 al Teatro Paisiello di Lecce, l'atteso e pluripremiato spettacolo Fa’afafine - mi chiamo Alex e sono un dinosauro firmato da Giuliano Scarpinato e patrocinato da Amnesty International - Italia. Lo spettacolo, che propone la tematica dell'esistenza del "terzo sesso" ai più piccoli, chiuderà la terza giornata di Kids - Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni.

Esiste una parola nella lingua di Samoa che definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro. Fa’afafine vengono chiamati: un vero e proprio terzo sesso cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex - interpretato da Michele Degirolamo - non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, o semplicemente un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina.

Dopo lo spettacolo spazio al dibattito - moderato da Stefania De Donatis - con Gianfranca Saracino (presidente di Agedo Lecce) e l’Associazione Lea - Liberamente e Apertamente che con Fermenti Lattici ha curato la mostra We Are Family allestita nelle sale del Teatro. Diciotto tavole tratte dalle illustrazioni degli albi pubblicati dalla casa editrice Lo Stampatello che raccontano un mondo, il nostro mondo, fatto di famiglie di tutti i tipi - con due mamme, con due papà, con una mamma e un papà, con solo una mamma o con solo un papà - e che ci dicono, soprattutto, che l’amore è alla base di ogni famiglia. 

La lunga giornata del Festival - organizzato da Factory compagnia transadriatica e Principio Attivo Teatro - prenderà il via alle 10 (con replica alle 11.45) al Museo Ferroviario con il progetto speciale In viaggio con le storie (in programma anche il 31 dicembre, il 3 e 7 gennaio). Al fischio del capostazione Dario Cadei i piccoli spettatori (dai 3 anni) saliranno in carrozza per assistere ai racconti di Daria Paoletta (in viaggio con Tzigo), Giuseppe Ciciriello (in viaggio con Zhoran) ed Enrico Messina (in viaggio con Orlando). Alle 16.30 e 18.30 alle Manifatture Knos in scena  La Piccola Fiammiferaia di Cà Luogo d’arte di Parma (dai 3 anni). Alle 19 all'Ammirato Culture Houseterzo e ultimo appuntamento del Focus Un teatro nel bosco - il racconto naturale di Luigi D'Elia e Francesco Niccolini con La grande foresta (dai 7 anni). 

Il progetto - realizzato in collaborazione con Ammirato Culture House, Cantieri Teatrali Koreja, Fermenti Lattici, Manifatture Knos e Fondazione Musagetes, con il sostegno di Regione Puglia, Comune di Lecce, Teatro pubblico Pugliese e di altri partner privati - quest’anno è dedicato al tema “Il mondo salvato dai ragazzini”, titolo che scelse Elsa Morante per una raccolta di poesie nel 1968. I biglietti sono disponibili all'Open Space in Piazza Sant'Oronzo, al Castello Carlo V e nel circuito BookingShow.

Gli organizzatori hanno lanciato, inoltre, l'Operazione Robin Hood per rendere il festival più inclusivo, favorendo l’ingresso diretto ai luoghi di spettacolo a tutti i bambini, con particolare attenzione alle associazioni che si occupano di disagio nel mondo dell’infanzia. È possibile aderire acquistando un biglietto sospeso o una Kids card destinati ad un’associazione o un istituto che si occuperà di donare il biglietto/card ad un piccolo spettatore. Le associazioni possono fare richiesta per prenotare i biglietti che verranno raccolti (info 3277372824 – 3200119048 -
toniodenitto@me.com - organizzazione@principioattivoteatro.it). 

Dopo la pausa di Capodanno il festival proseguirà sino a domenica 8 gennaio. Al Teatro Paisiello in scena Love is in the Air - Confessioni di un giocoliere (2 gennaio - ore 17.30) di Andrea Farnetani, Johann Sebastian Circus della compagnia belga Circo El Grito (3 e 4 gennaio - ore 20.30), Diario di un brutto anatroccolo di Tonio De Nitto (5 gennaio - ore 17.30 e 6 gennaio - ore 20.30). All'Ammirato Culture House spazio al focus Il teatro ci racconta il mondo arabo a cura della compagnia italomarocchina Cicogne Teatro. In scena Heina e il Ghul. Il Cous Cous spiegato a mio figlio (2 gennaio – ore 16.30 e 19), Sotto la tenda. Ti presento il mio Marocco (3 gennaio - ore 16.30 e 19) e Buonviaggio (4 gennaio - ore 19) dove si affronta la piccola odissea di uno dei tanti bambini che tenta di sopravvivere lasciando il suo paese per cercare fortuna in italia. Nel Museo Ferroviario proseguirà il 3 e 7 gennaio (ore 10 e 11.45) il progetto speciale In viaggio con le storie. Nella Sala Maria D’Enghien del Castello Carlo V la compagnia svizzera Teatro Pan metterà in scena Il giardino di Gaia (3 gennaio - ore 17.30 e 4 gennaio - ore 10.30 e 17.30) mentre il 6 (ore 11 e 18.30) e 7 gennaio (ore 16.30 e 18.30) sarà presentato Il principe mezzanotte di Alessandro Serra. Ai Cantieri Teatrali Koreja si festeggia la Befana (ore 11 e 17.30) con La Carovana delle Merende un concerto di canzoni inedite per bambini a cura di Paolo Petrosillo e Vito De Lorenzi ed una serie di iniziative tra laboratori e merende bio. Le sale delle Manifatture Knos accoglieranno invece il Mercatino del baratto per bambini ovvero Babbo Natale ha sbagliato anche quest’anno a cura di Fermenti Lattici (4 gennaio dalle 9.30 alle 12.30 - ingresso libero), The House (4 e 5 gennaio - ore 17.30 e 20.30) e Diva (7 gennaio – ore 17.30 e 20.30) della compagnia danese Sofie Krog Teater, Marmelade, piccolo gioiello di danza e giocoleria per i più piccoli, della svedese Claire Parsons (5 gennaio – ore 11 e 16.30 e 6 gennaio – ore 11 e 17.30), Storia di un uomo e della sua ombra di Principio Attivo Teatro (7 gennaio - ore 18.30). Domenica 8 gennaio dopo Clown in libertà del Teatro Necessario, una delle formazioni clownesche più applaudite d’Italia (ore 11 e 16.30) il festival si chiuderà con il concerto festa Finale When we were kids a cura di Workin Label. Un viaggio alla ricerca dei bambini che eravamo e che siamo con Carolina Bubbico (voce, tastiera), Daniele Vitali (voce, tastiera), Emanuela Gabrieli (voce), Manu Pagliara (voce, chitarra), Mario Esposito (basso), Filippo Bubbico (batteria).

Biglietti 
Ingresso adulti e bambini 5,5 euro
Prevendita e prenotazione telefonica 6 euro
Vendita online 6,5 euro
Kids card (valida per 3 spettacoli) 13,5 euro
Operazione Robin Hood – regala o ricevi un biglietto per Kids

Punti vendita
Infopoint di Piazza Duomo dal 19 dicembre
Open space di piazza Sant’Oronzo dal 27 dicembre
Castello Carlo V
Luoghi di spettacolo un’ora prima di ogni spettacolo.

Info e prenotazioni
340 3129308 - 340.3769613 – 328.2862885
3277372824 -3200119048 - 328 1025863
facebook.com/kidsfestivaldelteatro
www.festivalkids.it
Altri articoli di "Spettacoli"
Spettacoli
23/03/2017
Sabato 25 marzo alle 21, al teatro comunale di Novoli, ...
Spettacoli
21/03/2017
Appuntamento presso "All'ombra del Barocco" con la rassegna musicale diretta ...
Spettacoli
16/03/2017
Simone Cristicchi arriva sul palcoscenico del teatro ...
Spettacoli
14/03/2017
Domenica 19 marzo alle 19  nelle sale di palazzo ...
Il 28 febbraio scorso si è svolto presso Maestri Caffettieri, la scuola di formazione di Valentino ...