“Colpi di genio”: dire no alle discriminazioni di genere con le rappresentazioni teatrali

martedì 27 dicembre 2016

Torna per la seconda edizione il progetto: un vero e proprio concorso di idee per mettere in piedi rappresentazioni teatrali che favoriscano la rimozione degli ostacoli alla parità di genere.

Nel solco del grande successo ed entusiasmo prodotto dalla prima edizione, “Colpi di genio” fa il bis: il progetto si presenta come un vero e proprio concorso di idee sulle quali realizzare rappresentazioni teatrali che trattino il tema della rimozione degli ostacoli che impediscono la completa realizzazione di un’uguaglianza di genere tra uomini e donne, ponendo l’attenzione contro ogni forma di discriminazione nel mondo del lavoro.

La prima edizione del progetto, fortemente voluto e portato avanti dall’allora assessore alle Pari opportunità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini Solero, ha visto la partecipazione da parte di diverse compagnie teatrali ed oggi la consigliera di parità della Provincia di Lecce ha inteso riproporlo con la stessa formula.

“L’obiettivo - dichiara - è quello di sensibilizzare i soggetti pubblici  e privati contro ogni discriminazione, affinché enti e imprese adottino tutti gli strumenti previsti dalla legge allo scopo di garantire parità e pari dignità nel mondo del lavoro, anche attraverso l’utilizzo di strumenti di conciliazione  vita–lavoro come voucher di conciliazione  asili aziendali e contratti più flessibili”.

“Le donne inoccupate in provincia di Lecce e non solo sono tantissime, altrettanto alta è la percentuale delle inattive, donne che sfiduciate scelgono di non entrare nel mondo del lavoro per timore di non riuscire a conciliare impegni lavorativi e impegni familiari. Le discriminazioni sul lavoro per le donne in gravidanza, ad esempio, sono dietro l’angolo e mettono in atto quella che oggi chiamiamo mobbing da maternità, espressione terribile ma purtroppo veritiera: le donne che scelgono di diventare mamme e fare famiglia subiscono spesso l’accanimento di colleghi e datori di lavoro, tanto da determinare sfiducia e sconforto fino a portare la donna vittima di mobbing a gettare la spugna e abbandonare il lavoro”, conclude la consiglierà di parità provinciale.

E allora “Colpi di Genio” intende dare un significativo supporto mediante il bando che prevede un finanziamento riconosciuto dall’ufficio della consigliera di parità che, in accordo con la Provincia di Lecce, ha inteso finanziare le prestazioni progettuali per mille euro cadauno, per un totale di 10 mila euro, contributo questo che potrà essere incrementato con somme aggiuntive del 2017.

I soggetti interessati dovranno inoltrare la domanda e la documentazione richiesta entro il 13 gennaio 2017, secondo le modalità previste dal bando. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito istituzionale della Provincia di Lecce, nella sezione dedicata.

“La finalità sociale di Colpi di Genio è molto importante”, sottolinea il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. “I soggetti pubblici e privati sono chiamati a contribuire affinchè vengano azzerate le discriminazioni di genere e attuati gli strumenti di conciliazione utili al fine di ridurre al massimo le diversità di genere nel mondo del lavoro. Quelle discriminazioni che le compagnie teatrali che parteciperanno al bando saranno chiamate a portare sul palco”.

 

Altri articoli di "Società"
Società
27/02/2017
La nuova carta d'identità potrà essere richiesta soltato presso la sede ...
Società
26/02/2017
Pausa estiva -fino a settembre- per l’opera di ricostruzione del prospetto della ...
Società
24/02/2017
Il presidente dello Sportello dei Diritti della Provincia ...
Società
24/02/2017
È questo il parere del sindaco di Cavallino, Bruno ...
Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale ...