La storia di Natale: Billy, il cane del Coni, ha trovato casa

mercoledì 21 dicembre 2016
L'annuncio dell'assessore Andrea Guido: dopo mille peripezie ed una vita in strada, il cagnolino ha trovato una famiglia. 

"Ve lo ricordate l’amico a 4 zampe che fu accalappiato circa un paio di mesi fa in zona Coni, a Santa Rosa, in seguito a un esposto della locale stazione dei Carabinieri secondo cui l'animale era da ritenersi potenzialmente pericoloso e mordace? Ne ha passate da allora quel cagnetto: il terrore dell’accalappiamento, l’abbandono e la tristezza del canile sanitario, lo stress della profilassi veterinaria, l’isolamento e poi la perizia comportamentale e la gioia del ritorno a casa tra le vie del quartiere, tra i campetti del Coni. E poi, ancora l’incubo che ritorna: Billy viene seguito, filmato, tenuto d’occhio dai suoi detrattori e diviene oggetto di un altro esposto dei Carabinieri datato 15 dicembre.
Oggi questa odissea è terminata. Definitivamente!".

Scrive così, senza celare entusiasmo, l'assessore Andrea Guido, che ha personalmente seguito tutta l'odissea di Billy. Il cagnolino, molto conosciuto in città, sembra finalmente aver trovato pace, con soddisfazione dei tanti che proprio sui social si erano mossi per assicuragli una tranquillità.

"Billy è stato adottato ufficialmente da una famiglia residente nel quartiere" continua "e adesso, come potete vedere, si accinge a passare il primo Natale della sua vita circondato da calore e affetto.  Queste persone lo hanno accolto a casa come si farebbe con un bambino. Tutti sanno che il legame che può nascere tra un cane e un umano è qualcosa di magico e inspiegabile. Pochi, forse, sanno che esperienza unica e intensa possa essere quella di prendersi cura di un cane adulto. La storia con un cucciolo è una storia piena di vita e di gioia. La storia con un cane che cucciolo non lo è più è una storia dolce, poetica e intensa allo stesso tempo".

Una classica storia di Natale a lieto fine che può far scuola a Lecce, dove sono tanti ancora i randagi in costante pericolo in città. E dove sono tantissimi gli amici a quattro zampe che aspettano in canile di essere adottati, sempre che si capisca che un cane non è un giocattolo, ma un compagno per la vita.  

"Un cane sotto l’albero di Natale è sempre regalo meraviglioso per piccoli e grandi" conclude Guido. "Un dono. Un dolce essere vivente che ci insegnerà a guardare il mondo con i suoi occhi: da tutta un’altra prospettiva. Ragazzi Buon Natale! Sembrerebbe che quest’anno ne abbiamo di piccole cose per cui gioire".


 
Altri articoli di "Animali"
Animali
29/05/2017
Operazione di salvataggio ieri dei vigili dei fuoco: uno ...
Animali
25/05/2017
Si tratta di un esemplare rarissimo in Europa, ...
Animali
21/05/2017
E' quanto accaduto a due cuccioli. Uno di loro purtroppo ...
Animali
20/05/2017
È sempre una sorpresa vedere una pinna, seppure piccola, spuntare a filo d'acqua a ...
La storica azienda salentina Quarta Caffè sostiene l'evento che il 2, 3 e 4 giugno animerà Porto ...