"Un sogno per Feo”: è made in Salento il primo “romanzo sinfonico” per ragazzi

lunedì 18 luglio 2016
Autore ed editore sono due trentenni salentini: è il primo volume di una collana che unisce parole, musica e immagini grazie ad un’app.

Nasce il primo “romanzo sinfonico” ed è firmato da due trentenni salentini, Giacomo Sances e Lorenzo Palumbo, rispettivamente autore e compositore il primo, editore il secondo, di “Un sogno per Feo”, pubblicato dalla neonata casa editrice Vesepia.

Il progetto, ambizioso ma ben riuscito, è, in sostanza, quello di avvalersi delle nuove tecnologie per aggiungere un commento musicale interattivo alla trama della storia scritta fra le pagine di un libro per ragazzi, che, però, in alcuni punti, contiene anche un QR Code. Scaricando, infatti, da Apple Store e Google Play la app gratuita Vesepia, si potrà accedere in streaming a contenuti digitali come musica e illustrazioni che contribuiranno ad aiutare la fantasia del lettore nell’ambientazione del racconto. In questo modo, la lettura diventerà più spettacolare e più coinvolgente.

L’idea di Vesepia è quella di creare una collana di “romanzi sinfonici” per ragazzi in ognuno dei quali sarà affrontata una problematica legata alla crescita e all’età dell’adolescenza. Il primo, “Un sogno per Feo”, in linea con la mission della casa editrice, creerà un parallelismo tra il lettore e il personaggio principale. Feo è un ragazzino svogliato che scoprirà il gusto della lettura grazie ad una strega che gli donerà una serie di libri magici, capaci di far sentire musiche rassicuranti o cariche di tensione a seconda delle situazioni in cui egli stesso sarà coinvolto. Il ragazzo, infatti, verrà letteralmente catturato dal libro e trascinato in un mondo di fantasia in cui, tra personaggi buffi e spaventosi, tra situazioni di gioia e di profondo disagio che sarà costretto ad affrontare e superare, realizzerà un importante percorso di crescita interiore. Comprenderà l’importanza della lettura, ma anche la necessità di affrontare il mondo con ciò che si ha a disposizione, attivandosi al massimo delle proprie capacità e senza rinunciare ai propri sogni di bambino, ma rielaborandoli nella vita reale e nelle attività pratiche per il bene suo e di chi gli sta attorno.

«Il nostro intento – spiegano Sances e Palumbo – è molteplice: parlare agli adolescenti con il loro linguaggio, motivarli nei loro obiettivi, sensibilizzarli alla lettura e, nello stesso tempo, diffondere un genere musicale che coniughi le corposità orchestrali alle sonorità più odierne, come avviene nelle colonne sonore di molti film. In effetti, molti dei nostri lettori ci hanno comunicato che la sensazione provata è nuova ed entusiasmante: sembra quasi di “leggere un film”! È per questi motivi che proponiamo il libro in adozione nelle scuole e dobbiamo dire che finora abbiamo avuto un ottimo riscontro in modo particolare in ambito scolastico, dove dirigenti ed insegnanti hanno apprezzato il progetto soprattutto per il suo valore didattico e formativo. Molte scuole salentine lo hanno già prenotato per il prossimo anno. Ma il libro, pur nascendo per i ragazzi, piace anche agli adulti, a riprova del fatto che il genere fantasy è intergenerazionale, soprattutto se strettamente legato alla realtà di tutti i giorni per mezzo di contenuti pedagogici e messaggi motivazionali. La morale finale, peraltro, vale per tutte le età: bisogna credere nei propri sogni e agire per realizzarli».


“Un sogno per Feo” è disponibile sul sito www.vesepia.com, ma si può acquistare anche in molte librerie ed edicole del Salento.

Giacomo Sances, autore del libro e compositore delle musiche, è nato a Maglie (LE) nel 1986 e vive tra Sannicola e Napoli. Dopo il diploma con il massimo dei voti presso il liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli, si è laureato con lode in Musicologia e Beni musicali presso l’Università di Roma TorVergata con una tesi sulla drammaturgia mozartiana (2008) e un’altra sulla musica barocca di area romana (2010).

Altri articoli di "Scienza e tecnologia"
Scienza e tecnolo..
05/12/2019
Martedì 10 dicembre ore 10, Rettorato ...
Scienza e tecnolo..
25/10/2019
Appuntamento sabato 30 novembre nello spazio Coworking ...
Scienza e tecnolo..
19/10/2019
Il Comune di Lecce ha adottato una soluzione tecnologica ...
Scienza e tecnolo..
03/10/2019
Si terrà venerdì 4 ottobre alle 18.30 presso ...
Insieme al dottor Eugenio Romanello, dermatologo di grande esperienza per le malattie veneree, a Lecce va in pensione ...
clicca qui