Poggiardo, lavori in corso per le amministrative 2016

mercoledì 27 aprile 2016
Mentre sembra scontata la ricandidatura di Colafati, che dovrebbe vedersela con una lista legata all’associazione La Città di tutti, non si esclude la discesa in campo del Movimento 5 Stelle.

Saranno 23 i comuni della provincia di Lecce che il prossimo 6 giugno chiameranno i propri cittadini alle urne per rinnovare i rispettivi Consigli. Già da tempo sono state messe in moto le alleanze finalizzate alla formazione delle varie liste che concorreranno alle elezioni, ma, ovviamente, ad oggi si può solo fare affidamento su voci prive di ufficialità. E questo vale anche per Poggiardo, i cui esiti sono tra i più attesi con interesse, sia per l’importante ruolo amministrativo che il Comune ricopre nel suo territorio di riferimento, sia per le tensioni che in cinque anni hanno modificato l’assetto originario del Consiglio comunale. L’unica certezza è l’assenza di Silvio Astore, che nelle scorse settimane ha annunciato il suo addio alla politica locale. 

Poche invece le certezze in merito alle formazioni che concorreranno alle prossime elezioni comunali. Da ciò che è trapelato finora, è quasi sicura la candidatura dell’attuale sindaco Giuseppe Colafati, pronto a chiedere la riconferma ai suoi concittadini alla guida della lista Libertà e impegno. Al suo fianco potrebbe esserci Giuseppe Orsi, vicesindaco e assessore alla Cultura. Da valutare, inoltre, anche le posizioni di Damiano Longo e Donato Rausa: presentatisi come concorrenti di Colafati nel 2011 alla carica di sindaco di Poggiardo, i due consiglieri comunali sono poi diventati, in seguito alle vicissitudini che hanno stravolto il Consiglio comunale, sostenitori della maggioranza nel 2015. A contendere a Colafati il voto di poggiardesi e vastesi potrebbe essere la lista legata all’associazione politico-culturale La Città di tutti: nata lo scorso ottobre, è presieduta da Giuseppe Cianci, che potrebbe essere uno dei papabili candidati consiglieri, mentre per il candidato sindaco si parla di Oronzo Borgia. Non si può escludere anche la presenza di Aurelio Gianfreda, che con lo stesso Borgia compone il gruppo misto all’interno dell’Assise.

La campagna elettorale potrebbe quindi avere ai nastri di partenze due liste civiche, ma potrebbero anche essere tre le forze in campo, con il Movimento 5 Stelle che potrebbe entrare nei giochi.

Fonte: Belpaeseweb.it

Altri articoli di "Politica"
Politica
23/02/2019
Il consigliere regionale annuncia la propria candidatura e ...
Politica
23/02/2019
È stata presentata oggi la candidatura del giovane ...
Politica
23/02/2019
L’ex primo cittadino di Minervino accetta la ...
Politica
22/02/2019
L’annuncio arriva direttamente dal capo ...
Con Alessandro D’Amelio, responsabile UO Nefrologia e Dialisi – PO «Sacro Cuore di Gesù» ...
clicca qui