All’interno della Grotta dei Cervi: al TG3 Puglia le immagini del “Dio che balla”

venerdì 25 marzo 2016

Chiusa al pubblico da quasi cinquant'anni per preservarne i pittogrammi, la “Cappella sistina della Preistoria” si è aperta alle telecamere della Rai.

Un viaggio incredibile all’interno della Grotta dei Cervi: è quello compiuto da Antonio Gnoni e dall'operatore Alessandro Tolomeo, in compagnia dello speleologo Ninì Ciccarese e andato in onda oggi durante il TG Regionale della Puglia.

“Preistoria meravigliosa” il titolo del servizio che ha mostrato le iscrizioni rupestri realizzate con ocra rossa e guano di pipistrello, tra cui il “Dio danzante”.

Un’occasione per fare il punto sullo stato di conservazione e i progetti di valorizzazione.

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
13/02/2017
Domani al museo Castromediano di Lecce gli studenti del ...
Arte e archeologi..
04/02/2017
Gli artigiani leccesi della cartapesta adottano i 17 pupi ...
Arte e archeologi..
03/02/2017
Era stata ritrovata nel 1997 nel retrobottega di una ...
Arte e archeologi..
01/02/2017
Il 1 febbraio 1970 un caso fortuito ha permesso di portare alla luce la grotta neolitica, ...
Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale ...