Nautico di Gallipoli, Perrone: “Peculiarità del territorio: il governo lo tuteli”

venerdì 25 marzo 2016

Il vicepresidente Anci interviene sul rischio che il Governo centrale stralci il finanziamento richiesto dalla Provincia di Lecce per il progetto di ricostruzione del Nautico di Gallipoli.

A rischio il finanziamento richiesto dalla Provincia di Lecce per il progetto di ricostruzione del Nautico di Gallipoli? Dopo l’intervento del numero uno di Palazzo dei Celestini, Antonio Gabellone, ecco che anche Paolo Perrone, vicepresidente Anci, dice la propria e chiede al governo Renzi di salvaguardare una “peculiarità del territorio”.

“È indubbio – spiega - che il Nautico di Gallipoli rivesta un'importanza strategica per il turismo salentino. Oggi, rispetto all'elevato rischio che il Governo centrale stralci il finanziamento della proposta progettuale elaborata dalla Provincia di Lecce nell'ambito del concorso di idee #scuoleinnovative, sento di dover unire la mia voce al dissenso già manifestato dal Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone”.

Perrone sottolinea come della questione siano stati interessati sia il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che i parlamentari salentini, invitati a far convergere sul Ministero dell'Istruzione l'interesse del territorio nei confronti del Nautico e del suo sviluppo: “Sarebbe ingiusto – precisa Perrone - sottrarre al Salento questi finanziamenti, utili a rendere il Nautico una ‘scuola modello’, così come è nelle intenzioni dell'ente provinciale attraverso il progetto di ricostruzione del ‘Nautico’ di Gallipoli. Ancor più inopportuno – conclude - sarebbe, che questi finanziamenti venissero sottratti soltanto al Salento, rispetto ad altri istituti pugliesi”. 

E intanto il consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Erio Congedo, ha presentato un’interrogazione urgente a Bari, sottolineando come il Nautico non sia solo un istituto scolastico, ma un polo formativo che costituisce un volano per il turismo salentino: “Come Regione Puglia – ha spiegato - non possiamo rimanere inermi. Per questo con un’interrogazione urgente ho  sollecitato  il presidente Emiliano, ma anche gli assessori all’Istruzione e al Turismo, Leo e Capone, perché si attivino con il governo e con il premier Renzi per scongiurare questa evenienza e garantire i finanziamenti promessi”. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
11/12/2016
La deputata salentina, già viceministro, potrebbe ...
Politica
10/12/2016
Alessandro Delli Noci spiega le ragioni delle sue dimissioni da assessore ...
Politica
09/12/2016
Domani mattina, durante una conferenza stampa, l’assessore spiegherà le ...
Politica
09/12/2016
Contestazioni durante la II commissione a Palazzo dei ...
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del cioccolato. Ci si sazia quasi prima con gli occhi che con il ...