Scandalo Sud Est, Minervini: "Lottammo invano contro un muro di gomma di oscuri poteri"

lunedì 21 marzo 2016
L'ex assessore ai Trasporti della giunta Vendola rivendica i tentativi di fare chiarezza sulla gestione della Sud Est avviati negli anni passati. 

Il presidente del gruppo consiliare “Noi a Sinistra” della Regione Guglielmo Minervini interviene sulla vicenda della Sud Est.

“E’ vero che il tempo è galantuomo. Perché alla fine il vaso di Pandora è stato scoperchiato. Delrio fa finalmente quello che andava fatto e che tutti i suoi predecessori non hanno voluto fare. Ricordo come fosse ieri quando consegnammo il “libro nero sulla sud est” nella mani del super ministro Passera – scrive l'ex assessore ai Trasporti della Giunta Vendola- fummo tra i primi a sentire il puzzo di malaffare nell'azienda che tutti consideravano la zona franca del bengodi.

Speravamo, col presidente Vendola, nella libertà di manovra del super ministro tecnico, affrancato da tutti i vecchi legami consociativi. E, invece, anche lui sprofondò nella palude dei poteri trasversali occulti e palesi, che avevano da sempre blindato le sorti della Sud Est.

La nostra richiesta di commissariamento non fu accolta, l’amministratore rimase imperturbato al suo posto e, anzi, anni dopo fu premiato rinnovandogli l’incarico. Intanto lo spreco proseguiva allegro e impudico. Fino a oggi.

L’operazione verità arriva con almeno quattro-cinque anni di ritardo e alcune centinaia di milioni di euro di ulteriore buco. Alla società di revisione selezionata dalla Regione fu persino impedito l’accesso agli atti. Lo ricordo quel gioco di melina, con cui riuscirono a far abortire la nostra verifica gestionale e contabile, grazie a protezioni di ogni sorta. Il muro di gomma di quel potere oscuro non tollerava sguardi intrusi, nemmeno quello della Regione, di fatto potenziale proprietaria dell’azienda.

Eppure, in questo desolante deserto dell’etica pubblica, si scorge un germoglio ed è la convinzione del commissario, pienamente condivisibile, della possibilità di risanamento.

Anche in una condizione così estrema, la Ferrovia Sud Est può rinascere- continua il consigliere regionale - la Sud Est, alleggerita dal suo gravame corruttivo, è nelle condizioni di giungere nel giro di pochissimo tempo, due-tre anni sostiene il commissario, al risanamento finanziario e, dunque, un recupero pieno della sua missione aziendale.

E’ possibile immaginare che anche la Sud Est possa diventare un’azienda sana e qualificata nel sistema del trasporto pubblico regionale. I cittadini del sud est barese, della linea ionica e del Salento chiedono a gran voce ormai un servizio automobilistico efficiente e il rilancio del trasporto ferroviario secondo modelli di una moderna metropolitana di linea – conclude Minervini - realizzarlo conferirebbe alla qualità della vita e alla qualità dello sviluppo della Puglia una marcia in più”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
05/12/2016
Anche nella provincia di Lecce, dato incontrovertibile: la ...
Politica
04/12/2016
Operazioni di voto concluse, mentre è in corso lo ...
Politica
04/12/2016
Operazioni di voto in corso, con i dati della ...
Politica
04/12/2016
Operai tornano in strada per protestare contro politica, ...
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del cioccolato. Ci si sazia quasi prima con gli occhi che con il ...