Canali di Torre Chianca, Biasco: "Nessun attacco personale, solo risposte concrete"

sabato 19 marzo 2016
Botta e risposta tra l'assessore all'Ambiente Andrea Guido e il presidente dell'Associazione Marina di Torre Chianca. 

Il presidente dell'Associazione Marina di Torre Chianca Daniele Biasco risponde all'assessore comunale all'Ambiente Andrea Guido in merito al dragaggio dei canali della marina leccese.
"Senza nulla togliere a quanto svolto dall’Assessore Guido nel corso degli anni e agli interessamenti che a più riprese ha manifestato verso Torre Chianca, non posso negare quelle che rappresentano, per l’Amministrazione leccese, promesse mai mantenute - si legge nella nota -  Un esempio tra tutti: risale a due anni fa la promessa da parte dell’Assessore all’Ambiente, dimostrata da numerosi articoli apparsi sui media locali, che sarebbe stata effettuata in maniera continuativa e sistematica la manutenzione dei canali ogni 15 giorni. Tale accordo è poi caduto nel dimenticatoio, dal momento che la bonifica effettuata allora non ha avuto seguito attraverso successivi interventi volti al mantenimento delle ottimali condizioni igienico-sanitarie dei canali.

Come dimostrato dai post pubblicati di volta in volta sulla nostra pagina Facebook, ho vigilato personalmente sui lavori di bonifica svolti finora e, trovandomi in loco, ho avuto modo di appurare dalla ditta preposta che, al di fuori del canale Longa, l’unico già dragato, non sono previsti successivi interventi né vi sono in cantieri progetti imminenti per la pulizia della restante parte di Torre Chianca, in particolare dei canali Gelsi, Idume e Fetida.

So benissimo che l’Assessore, in questo caso, funge semplicemente da intermediario rispetto ad un altro soggetto che, nei confronti di Torre Chianca, spesso non ha mostrato particolare interesse. A maggior ragione però, visto che l’Assessorato all’Ambiente era citato, nella mia dichiarazione, all’interno di un discorso ben più ampio, di cui l’Assessore non era il destinatario principale, non mi spiego una simile polemica e un attacco personale che non credo di meritare.

Inoltre ieri ho avuto modo di parlare personalmente con il geometra Michele Adamo, del Consorzio Ugento Li Foggi, il quale mi ha confermato che i canali da me citati non erano stati inclusi nel progetto di bonifica. A questo punto, al di là di “botta e risposta” mediatici, ritorno sul nocciolo della questione, che ritengo l’unica cosa veramente importante visto l’approssimarsi della calda stagione: i canali di Torre Chianca saranno TUTTI ripuliti e bonificati? I bacini saranno dragati? Le erbacce tolte?Se sì, da chi? Ma, soprattutto, in quale anno?".

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
20/04/2018
Il tour è partito oggi da Maglie e terminerà il 18 maggio a Botrugno. 22 ...
Ambiente
18/04/2018
Fiamme questa mattina su una lingua di terra al centro del fiume Idume, a Torre Chianca. ...
Ambiente
18/04/2018
Ormai da giorni il cielo salentino è avvolto da una ...
Ambiente
16/04/2018
A Lecce dal 19 al 22 aprile l'appuntamento semestrale con ...
Il Direttore Scientifico Francesco Scorrano ha diretto il Congresso dove era presente il Luminare di Pneumologia ...