Per la festa di San Giuseppe un dolce gustoso: ecco la ricetta delle zeppole

sabato 19 marzo 2016

Eh sì le voglio fare perché sono tradizionali per il 19 marzo, San Giuseppe, il papà per antonomasia, e oggi ricorre la festa dei papà, che giustamente devono essere festeggiati, perché hanno un ruolo importantissimo nella famiglia.

E non mancherà neanche il piatto del giorno, “ciceri e tria”, splendido esempio di storia culinaria. Tria deriva dalla parola araba “itrya”, che pare sia stata la prima pasta fatta poi seccare dagli arabi, allora popolo nomade, quindi pratica per loro. Così facciamo contenti tutti, vegani, vegetariani e buongustai, perché è veramente buonissima!

Vi passo allora la ricetta delle zeppole, come le faccio io, al forno, ma nulla vi vieta poi, una volta cotte e asciutte, di dargli una scottata in olio caldo.

Vi passo anche la ricetta della crema che farò per farcirle.

Buon lavoro!

Per la pasta delle zeppole:

mettete in un pentolino 250g di acqua con 100g di burro a piccoli pezzi, un buon pizzico di sale e ½ cucchiaino di zucchero.

Fate arrivare appena a bollore, toglietevi dal fornello, unitevi 150g di farina setacciata, mescolate bene con una spatola, finché si forma una sorta di polenta. Ritornate sul fuoco e cuocete finché diventa tutto liscio e sul fondo si forma una leggera patina.

Mettete in una ciotola, aspettate giusto 5 minuti e cominciate ad unire le uova, uno la volta, medi, 3 o 4, sempre mescolando (anche in una planetaria), finché avrete un composto lucido e pesante.

A questo punto mettete tutto in una sacca da pasticciere munita di bocchetta liscia e fate le vostre belle zeppole, grandi quanto le volete. Infornate in forno già caldo a 200°C per almeno 15/20 minuti, poi riducete a 180 e cuocete per altri 20 minuti, ma da valutare secondo grandezza e secondo forno.

Fatele asciugare bene su una gratella.

Crema pasticciera

5 tuorli, 500ml di latte fresco intero, 50g farina, 150g zucchero, buccia di limone non trattato

Faccio quasi bollire il latte con la buccia di limone e un pizzico di sale.

Monto i 5 tuorli con lo zucchero, unisco la farina setacciata senza lavorare troppo, unisco il latte caldo. Mescolo bene e vado sul fuoco dolce, per cuocere la crema.

Faccio raffreddare mettendo la crema in una teglia bassa e larga, coprendo con pellicola a filo.

Decoro le zeppole con la crema passata da una bocchetta spizzata e decoro con una bella amarena, ed una leggera spolverata di zucchero a velo.

                                             

Alla prossima!

Anna Maria

 

Seguitemi sempre sulla mia pagina

 

 

https://www.facebook.com/annamaria.chirone.9

 

 

 

 

Altri articoli di "Salento a tavola"
Salento a tavola
26/08/2016
Sulla pagina Saporie.com lo chef Stefano De Gregorio ...
Salento a tavola
30/06/2016
La ricetta è una rivisitazione di uno dei piatti ...
Salento a tavola
12/06/2016
La ricetta ideata dallo chef Sabino Di Stasi è ottima per chi vuole stupire con un ...
Salento a tavola
01/06/2016
Due piatti freddi di sicuro effetto: ecco la tartara di ...
A Cavallino, venerdì 23 settembre, Enrico Lo Verso a Casina Vernazza per un omaggio a Luigi Pirandello: in scena ...