Alloggi popolari e criminalità organizzata, il Pd scrive al prefetto di Lecce

venerdì 18 marzo 2016

Lettera scritta al prefetto di Lecce e alla commissione Antimafia del Pd, per chiedere verifiche urgenti sul sistema della gestione alloggi nel Comune: “Occorre evitare che si ripropongano rischi di nuova corruzione”.

Una lettera indirizzata al prefetto di Lecce, Claudio Palomba, e alla presidente della commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi sul tema degli alloggi popolari e sulla gestione degli alloggi popolari: è questa l’iniziativa del Pd salentino, che chiede verifiche sulle assegnazioni degli alloggi ex Iacp nella disponibilità di Palazzo Carafa.

La richiesta è quella di verificare le eventuali “connessioni” o “contiguità” della criminalità organizzata con le istituzioni locali. Il tema è tornato d’attualità dopo le intercettazioni dell'operazione Eclisse, in cui è emerso un quadro controverso della gestione degli alloggi. Il Pd che evoca preoccupanti analogie col caso “Mafia capitale” sottolineato come l'assegnazione delle "case parcheggio" destinate all'emergenza abitativa sia avvenuta senza bandi pubblici e relative graduatorie.

“Seppur diverso, ma altrettanto inquietante – si legge -, è il quadro delle occupazioni abusive degli alloggi”. Per questo, la richiesta è quella di una verifica “urgente” che impedisca che in campagna elettorale si ripropongano nuovi rischi di corruzione. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
31/08/2016
Offensiva del Comune di Nardò contro ...
Politica
31/08/2016
Dopo le proteste sui trasferimenti dei docenti vincitori di ...
Politica
30/08/2016
Il presidente di “La Puglia in Più” ...
Politica
30/08/2016
Il primo cittadino scrive all’azienda e chiede una ...
Dal 2 settembre al via la seconda edizione del festival del teatro e delle arti nella Valle della Cupa, una ...