Un litigio per questioni di droga e poi il colpo di pistola: fermato 26enne

giovedì 17 marzo 2016

A essere arrestato, Maicol Pagliara di Arnesano: la prima ricostruzione non aveva convinto i carabinieri.

Sparò al rivale per questioni di droga: oggi è finito agli arresti per lesioni personali aggravate dal porto in luogo pubblico di pistola. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, su richiesta del pm Carmen Ruggiero nei confronti di Maicol Pagliara.

I fatti risalgono al 22 novembre scorso quando i militari del Nucleo operativo con la collaborazione dei militari della Stazione di Porto Cesareo erano intervenuti su segnalazione dell’ospedale di Copertino: al Pronto Soccorso si era presentato A.R., accompagnato da un amico, per una ferita da arma da fuoco al piede. Secondo il suo racconto, era stato uno sconosciuto che poco prima lo aveva invitato a fermarsi per strada mentre guidava l’autovettura dell’amico lungo la provinciale Porto Cesareo - Torre Lapillo e improvvisamente senza dare alcuna spiegazione, lo aveva colpito con un pugno e poi gli aveva sparato un colpo di pistola.

Ma le dichiarazioni non avevano convinto gli investigatori che hanno deciso di allargare le indagini ai due soggetti e ad altre persone coinvolte nella vicenda, tra cui la fidanzata di Pagliara.

A.R. aveva dichiarato di essere andato a prendere le sigarette, fatto non compatibile con il ferimento in zona isolata e lontana dal centro abitato. In caserma il ferito e l’amico si erano lasciati andare a commenti dal quale era emerso il nome di Maicol Pagliara, persona con la quale A.R. era entrato in conflitto per motivi riconducibili al traffico di sostanze stupefacenti.

È stato quindi ricostruito come A.R. avesse detto “a caldo” alla fidanzata tutto quanto ma, per paura di ritorsioni, non avesse voluto parlare con gli inquirenti. Oggi Pagliara, invalido civile, è stato arrestato e condotto ai domiciliari con l’accusa di lesioni personali e detenzione abusiva di pistola.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/01/2018
La discesa fatale a Folgarida nel Trentino occidentale. ...
Cronaca
23/01/2018
Il blitz di carabinieri e Nas in un'abitazione privata: ...
Cronaca
23/01/2018
L’episodio questa mattina a Nardò. A farne le ...
Cronaca
23/01/2018
La professionista è stata colpita alla testa da un'asse in legno e trasportata in ...
L'azienda, guidata da Edoardo Quarta, sarà a Rimini in rappresentanza dell'eccellenza salentina. Il team ...