Ladri di biciclette pizzicati dalla polizia: in casa un “deposito” di pezzi rubati

giovedì 17 marzo 2016

Sono stati denunciati dagli agenti di polizia due soggetti, trovati in possesso di diverse biciclette rubate: per loro l’accusa è di furto aggravato e ricettazione.

Ladri di biciclette sorpresi e denunciati dalla polizia: nel pomeriggio di ieri, agenti di polizia della Questura di Lecce si sono messi sulle tracce di due soggetti, osservati in alcuni immagini del sistema di videosorveglianza, mentre rubavano una bici lo scorso 22 febbraio. Giunti nella zona della stazione, i poliziotti notavano i due, D.V.E, 43enne nato in Germania e sottoposto a misura di sorveglianza speciale, ed E.G., 33enne marocchino, che si aggiravano nell’area in prossimità delle rastrellierie di sosta per le bici

Quest’ultimo era in sella ad una bicicletta tipo “City Bike”, marca Jumpertreck da uomo, di colore grigio petrolio, sulla quale si notava, sul portapacchi a molle posteriore, il cavalletto di altra bicicletta che, come si evince dal filmato, era stato utilizzato come leva per scardinare il lucchetto di sicurezza. Considerato che i due venivano individuati quali autori del furto avvenuto davanti alla Prefettura, i poliziotti cercavano di capire se ai due si potevano attribuire altri furti analoghi e quindi si cercava di accertare il lecito possesso della bicicletta utilizzata dal 33enne.

Considerato l’aumento esponenziale di furti di biciclette, i poliziotti effettuavano un controllo dello stabile sito in via San Pietro in Lama dove i due abitavano e, all’interno trovano altre 9 biciclette, probabilmente rubate, occultate nei cunicoli dello scantinato. Intorno alle 20.15, le bici che si trovavano sul carro attrezzi della ditta che avrebbe dovuto portarle in una depositeria e che era in sosta davanti alla questura, venivano notate da un cittadino italiano in transito che riconosceva una di sua proprietà, rubatagli quello stesso giorno davanti alla sua attività commerciale in  via degli Ammirati e per la quale aveva già redatto denuncia.

Per le continue violazioni alle prescrizioni della sorveglianza speciale, per furto aggravato e ricettazione, D.V.E. veniva deferito all’autorità giudiziaria; denunciato anche il 33enne, per furto aggravato e ricettazione: quest’ultimo veniva invitato a presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Lecce perché in possesso di permesso di soggiorno scaduto.

Le biciclette sequestrate sono visionabili sul sito della Polizia di Stato, nella sezione “Banche dati” alla voce “Oggetti rubati”. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
28/09/2016
Era fuggito in Germania, per sfuggire all’accusa di ...
Cronaca
28/09/2016
È morto in carcere uno dei personaggi più ...
Cronaca
28/09/2016
Il rinvenimento delle piante nell’abitazione del ...
Cronaca
28/09/2016
Secondo caso nel giro di pochi giorni, grazie ad un ricorso ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...