Mobilità sostenibile, in arrivo 35 milioni di euro. Salvemini: “Lecce colga l’occasione”

martedì 15 marzo 2016

Il consigliere comunale di Lecce città pubblica lancia l’appello a ripartire dal piano di mobilità sostenibile per ottenere le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Ambiente e per una città davvero sostenibile.

Più pedibus in città per garantire una mobilità a misura di bambino e percorsi protetti per andare a scuola: è la proposta ce arriva da Lecce città pubblica, in una nota pubblicata sul proprio blog. “Aumentare gli spostamenti pedonali dei più piccoli – spiega il consigliere comunale Carlo Salvemini - migliora la qualità della vita di una città per tutti, anche per gli adulti che possono così ridurre l’utilizzo dell’automobile negli spostamenti casa-scuola, casa-lavoro”.

Da Lecce città pubblica si evidenzia come non si sia fatto nulla in tal senso nel vecchio Piano della Mobilità, nonostante ci fosse l’obiettivo di realizzare zone a traffico limitato in prossimità delle scuole. Lo scorso 7 novembre, in consiglio comunale, peraltro, era stata approvata all’unanimità la mozione promossa dallo stesso Salvemini per la redazione di un nuovo Piano di Mobilità sostenibile, il Pums.

“Ora c’è l’occasione – precisa Salvemini - per farlo partire subito”. Infatti, il Ministero dell’Ambiente star per mettere a bando 35 milioni di euro da destinare al miglioramento della mobilità sostenibile per ridurre il traffico, l’inquinamento e la sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici.

Come fare? La risposta arriva dallo stesso Salvemini: “Realizzando percorsi protetti per andare a scuola a piedi, i cosiddetti pedibus, itinerari sicuri ben evidenziati nei quali spostarsi collettivamente, insieme ad un accompagnatore”. E ancora: programmi di educazione e sicurezza stradale, laboratori, progetti di car-pooling, automobili condivise da un gruppo di persone, che condividendo lo stesso tragitto scelgono di condividere anche il mezzo di trasporto, car-sharing, servizi di autonoleggio di auto parcheggiate in alcuni punti strategici della città, bike-sharing.

L’assessore alla mobilità della Regione Puglia Giovanni Giannini ha invitato comuni, province, università, uffici scolastici, e aziende di trasporto, il prossimo 22 marzo a partecipare a Bari ad un incontro organizzativo in collaborazione con Euromobility, l’associazione dei mobility manager: “Un’occasione importante – sottolineano da Lecce città pubblica - alla quale partecipare candidandosi a redigere progetti per il miglioramento della mobilità dolce”.

Da qui, l’appello al sindaco Perrone a recuperare quanto fatto durante la candidatura per Lecce2019, dando attuazione a quella delibera e coinvolgendo subito i dirigenti degli istituti scolastici.

Altri articoli di "Politica"
Politica
30/07/2016
 Il coordinatore regionale del movimento “Noi ...
Politica
29/07/2016
Aut aut del Ministero dell’Economia alla Regione: o ...
Politica
29/07/2016
È accaduto questa mattina durante il Consiglio ...
Politica
29/07/2016
Il consigliere regionale, pronto a correre alle primarie ...
Questo il tema scelto dagli organizzatori per la manifestazione giunta alla sua diciassettesima edizione: tanti eventi ...