Paura in alto mare, 63enne finisce in acqua al largo di Otranto: salvato dalla Guardia costiera

lunedì 14 marzo 2016

Un 63enne, finito in acqua, è stato tratto in salvo dall’intervento di due motovedette della Capitaneria di Otranto: soccorso anche l’equipaggio del natante da cui era partita la segnalazione.

Spinto in alto mare, al largo di Otranto, e in balia delle onde: sono stati momenti di paura per un velista 63enne, soccorso sabato scorso dai militari della Guardia costiera, dopo essere finito in mare a circa due miglia dal porto cittadino.

La chiamata di soccorso è arrivata alla sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli, nel pomeriggio, da uno degli altri componenti l’equipaggio del natante, che era in navigazione nelle acque idruntine. Le operazioni di soccorso venivano tempestivamente attivate come da “piano locale e nazionale di Ricerca e Soccorso in mare” sotto il coordinamento dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto, che disponeva l’intervento immediato in zona della motovedetta CP 809 e della motovedetta CP 768.

Le operazioni di ricerca, rese particolarmente difficoltose dalle condizioni meteo marine, portavano nel volgere di pochi minuti al salvataggio del malcapitato, F.T.  di anni 63, che veniva recuperato a bordo della motovedetta CP 768 in lieve stato di ipotermia.

La motovedetta CP 809 prestava assistenza all’equipaggio dell’imbarcazione a vela, che a causa delle pessime condizioni meteo marine, riusciva a governare con difficoltà la barca.

 

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
29/05/2016
A Corigliano d’Otranto in manette un pasticcere: ...
Cronaca
29/05/2016
La prima giornata "normale" di Salvatore Girone, ...
Cronaca
29/05/2016
L’episodio nel pomeriggio di ieri, in una zona ...
Primo album per l’orchestra guidata da Michele Lobaccaro: presentazione martedì 31 maggio presso ...