Pulizia spiagge, sfalcio, diserbo e sanificazione: gli interventi sulle marine leccesi

martedì 8 marzo 2016

Sono stati avviati da parte dell’assessorato all’ambiente gli interventi di pulizia sul territorio di Torre Rinalada, Spiaggiabella, Frigole e San Cataldo.

Anche quest’anno l’assessorato comunale all’Ambiente di Lecce mette in campo una serie di interventi su tutte le marine leccesi, per preparare il territorio al periodo pasquale e all’arrivo dei turisti: “Per quanto concerne l’aspetto più propriamente igienico sanitario - fa sapere Andrea Guido - gli interventi, riguardano, oltre la deblattizzazione, antipulci e anti-zecche, anche e, soprattutto, le disinfestazioni anti-larva e anti-alato”.

L’assessore spiega come già da qualche anno, infatti, la presenza delle zanzare, non più limitata alla sola stagione estiva rappresenti un fenomeno in recrudescenza, provocato dal cambiamento delle condizioni climatiche: “Debellare la presenza delle zanzare a Lecce e nelle marine – spiega -, quindi, è impossibile. Si tratta di lavorare per contenerlo il più possibile”.

A Torre Rinalda, Spiaggiabella, Frigole e San Cataldo sono già iniziati anche gli interventi di sfalcio delle erbe e diserbo, riqualificazione dei percorsi pedonali, spollonatura alberature stradali e rampicanti infestanti a cura della Monteco S.r.l. “Tra pochissimo – spiega -, infine, al termine della gara d’appalto da 1 milione e centomila euro che ci farà dormire sonni tranquilli per i prossimi 4 anni, avvalendoci del mercato elettronico per le pubbliche amministrazioni (MEPA), abbiamo dato il via al procedimento di affidamento sotto soglia del servizio di pulizia delle spiagge di tutte le marine con interventi di raccolta manuale dei rifiuti sugli arenili e sui cordoni dunali e la rastrellatura e vagliatura con mezzi meccanici della sabbia”.

“Il nuovo appalto di 4 anni, invece - conclude Andrea Guido - quello definitivo, sarà operativo per l’inizio della prossima estate e porterà nelle nostre marine diversi servizi migliorativi come la pulizia di sostegno (pulizia manuale delle spiagge e delle scogliere), la pulizia delle dune, avanduna e del retroduna, la fornitura, posizionamento e svuotamento quotidiano di contenitori portarifiuti e mini isole ecologiche, la rimozione di sabbia su sede stradale e riposizionamento, la rimozione della Posidonia spiaggiata, il posizionamento di cartellonistica per la comunicazione sul corretto utilizzo e mantenimento della pulizia della spiaggia e, infine, molto importanti, i servizi occasionali e di emergenza”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
28/09/2016
È il parere del M5S, che attraverso il capogruppo al ...
Ambiente
27/09/2016
L’assessore all’ambiente di Nardò si ...
Ambiente
27/09/2016
L'associazione "Re:Common" tra i relatori ...
Ambiente
26/09/2016
Il progetto nel Salento sotto la supervisione di ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...