La distruzione degli Alimini: gli scatti dopo gli incendi dolosi

lunedì 7 marzo 2016

Un piccolo reportage sulla situazione al bacino delle Fontanelle dopo il rogo del 2 marzo scorso.

Cenere e resti di piante morte. Così si presentava ieri il bacino di Alimini Fontanelle dopo l’incendio del 2 marzo scorso. A scattare le foto, Guido Greco, ex consigliere Wwf Puglia.

“Uno dei luoghi più belli della costa adriatica salentina, nonché Sito di Importanza Comunitaria ad elevata fragilità, è ormai preda di gente senza scrupoli che agisce indisturbata da mesi.

All’inizio dello scorso autunno un primo incendio divora una parte della riva nord-est, a destra del caratteristico pontile. Poco dopo segue il taglio di numerosi eucalipti.

Oggi, tutta la riva est del laghetto, per una lunghezza di 2 Km, è ridotta ad una distesa di cenere.

Alla luce di questo ennesimo episodio, ci si chiede se le Istituzioni competenti abbiano o meno intenzione di attuare delle misure urgenti di prevenzione per evitare che il SIC laghi Alimini subisca un ulteriore attacco".
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
22/04/2018
Cinque le bandiere verdi assegnate ad altrettanti comuni e spiagge della provincia di ...
Ambiente
21/04/2018
La celebrazione sancirà la conclusione di un laboratorio transnazionale durato ...
Ambiente
20/04/2018
Il tour è partito oggi da Maglie e terminerà il 18 maggio a Botrugno. 22 ...
Ambiente
18/04/2018
Fiamme questa mattina su una lingua di terra al centro del fiume Idume, a Torre Chianca. ...
La prevenzione dei tumori si realizza attraverso un cambiamento dello stile di vita: movimento, niente fumo, poca carne ...