Torna lo spettro Copersalento: suoli abbandonati e rischio inquinamento

domenica 6 marzo 2016

La denuncia di un cittadino di Melpignano, Salvatore Specchia che ha postato alcune foto sui profili social. 

L’ombra della Copersalento torna ad affacciarsi su Maglie e Melpignano. Alcune foto pubblicate su Facebook da Salvatore Specchia, un cittadino del comune grìko in queste ore stanno facendo discutere. L’intera area non mostra segni di alcun intervento: grandi vasche abbandonate, strutture in completa rovina riportano al centro del dibattito la mancata bonifica di un’area a poche centinaia di metri dai centri abitati.

Specchia chiede all’amministrazione di Melpignano perché non ci sia stato nessun intervento, anche se il suolo ricade nel territorio magliese.

“Un'area piena di veleni, mai bonificata e intorno c'è chi non ha mai smesso di coltivare. Che le istituzioni non si lamentino se i cittadini hanno smesso di fidarsi!

Manderemo le foto alla stampa, a tutti i comuni e agli enti interessati, ma sorprende che un'amministrazione attenta, come quella del Comune di Melpignano, non si sia mai accorta della mancata bonifica”.

Nei prossimi giorni l'Arpa sarà a Melpignano: in quell'occasione si cercheranno risposte anche su altri insediamenti della stessa area considerati a rischio inquinamento.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
22/03/2017
Predisposta la caratterizzazione anche del tratto di mare ...
Ambiente
22/03/2017
Ieri, la lunga battaglia per far riammettere ed approvare ...
Ambiente
22/03/2017
Il Consiglio regionale ha approvato ieri il disegno di legge per la gestione ...
Ambiente
21/03/2017
Sit-in nel cantiere della Tap per bloccare l'espianto e il ...
Il 28 febbraio scorso si è svolto presso Maestri Caffettieri, la scuola di formazione di Valentino ...