Torna lo spettro Copersalento: suoli abbandonati e rischio inquinamento

domenica 6 marzo 2016

La denuncia di un cittadino di Melpignano, Salvatore Specchia che ha postato alcune foto sui profili social. 

L’ombra della Copersalento torna ad affacciarsi su Maglie e Melpignano. Alcune foto pubblicate su Facebook da Salvatore Specchia, un cittadino del comune grìko in queste ore stanno facendo discutere. L’intera area non mostra segni di alcun intervento: grandi vasche abbandonate, strutture in completa rovina riportano al centro del dibattito la mancata bonifica di un’area a poche centinaia di metri dai centri abitati.

Specchia chiede all’amministrazione di Melpignano perché non ci sia stato nessun intervento, anche se il suolo ricade nel territorio magliese.

“Un'area piena di veleni, mai bonificata e intorno c'è chi non ha mai smesso di coltivare. Che le istituzioni non si lamentino se i cittadini hanno smesso di fidarsi!

Manderemo le foto alla stampa, a tutti i comuni e agli enti interessati, ma sorprende che un'amministrazione attenta, come quella del Comune di Melpignano, non si sia mai accorta della mancata bonifica”.

Nei prossimi giorni l'Arpa sarà a Melpignano: in quell'occasione si cercheranno risposte anche su altri insediamenti della stessa area considerati a rischio inquinamento.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
28/05/2017
I cittadini si oppongono alla realizzazione di un nuovo ...
Ambiente
28/05/2017
Il lavoro dei volontari ha consentito di recuperare ...
Ambiente
26/05/2017
Il giudice e presidente onorario della Suprema Corte ...
Ambiente
26/05/2017
L’iniziativa a cura dell’associazione culturale ...
"L'upgrade dei ristoranti di sushi" arriva nel capoluogo salentino da un'idea di Gianni ...