L'amante rifiuta di lasciare marito e figli e lui le sfascia la casa, arrestato 40enne

venerdì 4 marzo 2016
La furia dell'uomo si è scatenata ieri pomeriggio a Nardò e si è conclusa con l'arresto. 

L'amante rifiuta di lasciare marito e figli e lui le sfascia la casa. E' accaduto ieri pomeriggio a Nardò. I carabinieri della locale stazione sono intervenuti dopo la chiamata allarmata di una donna che ha raccontato che “un pazzo” era entrato in casa sua e “stava distruggendo tutto” minacciando ed ingiuriando lei, il proprio marito ed anche i loro figli piccoli. All'arrivo dei militari l'uomo, Cosimo Miccoli 40enne del posto, stava ancora dando sfogo alla sua rabbia sfasciando quello che gli capitava a tiro. La famiglia si era messa al sicuro nell'abitazione del suocero della donna a poche centinaia di metri di distanza.

Bloccato il malvivente le vittime sono tornate in strada ed hanno raccontato l’accaduto ai militari fornendo loro anche un video in cui avevano ripreso, a distanza, l’ intera successione dei fatti. La vicenda, dai contorni surreali, ha trovato una “spiegazione” poco dopo in caserma: Miccoli ha raccontato che intratteneva una relazione sentimentale extraconiugale con la donna proprietaria dell’abitazione e pretendeva che questa lasciasse marito e figli per andare a convivere con lui; dopo un ennesimo rifiuto si è scatenata la rabbia cieca.

Espletate le formalità di rito, Miccoli è stato accompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima. Le accuse sono violazione domicilio di aggravata e violenza privata, minaccia, ingiuria e danneggiamento.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/07/2016
Il racconto di Alessio, un 23enne salentino, che si trova a ...
Cronaca
23/07/2016
L’incidente nel primo pomeriggio ha coinvolto due ...
Cronaca
23/07/2016
Il procuratore della Repubblica di Lecce, Cataldo Motta, ha ...
Cronaca
23/07/2016
Il pattugliatore d’altura che vede al comando il ...
Nella storica piazza della Taranta, quella davanti all’ex Convento degli Agostiniani, due serate con ...