Cambio al vertice della Dda di Lecce, Motta affida l'incarico a De Donno

venerdì 4 marzo 2016
I due magistrati collaborano da quasi cinque anni nelle indagini sulla Sacra Corona Unita e la criminalità organizzata salentina. 


Passaggio del testimone tra Cataldo Motta e Antonio De Donno alla guida della Direzione distrettuale antimafia. De Donno collabora con Motta da quasi cinque anni nelle indagini a contrasto della Sacra Corona Unita.
Motta è alla guida della Dda sin dalla sua istituzione nel 1992 e segue le vicende della mafia pugliese sin dagli esordi: è stato pubblico ministero nei due maxi processi contro la Scu.
La sua carriera ha segnato la storia della Procura di Lecce, di cui è procuratore capo dal 2008: il trasferimento della direzione della Dda nelle mani di De Donno è un preludio all'addio definitivo alla toga che arriverà con la pensione alla fine del 2016.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/02/2017
L'esponente dei Radicali Italiani Emilio Enzo Quinteri denuncia il problema comune a ...
Cronaca
20/02/2017
Carmelo Bortone stava viaggiando sulla strada per Santa ...
Cronaca
20/02/2017
Controlli della Guardia Costiera anche a Porto Cesareo e ...
Cronaca
20/02/2017
L'ingente quantitativo di droga era in viaggio verso Nord ...
In Puglia trend positivo per il turismo: presentate 326 richieste di finanziamento. Il bilancio di Bpp. Continua in ...