Abortisce alla 27esima settimana, padre sporge denuncia e scatta l'inchiesta della Procura

mercoledì 2 marzo 2016
La donna era stata ricoverata lo scorso 26 febbraio per un problema di liquido amniotico. Ieri il tragico epilogo.  

Un aborto improvviso alla 27esima settimana e scatta l'inchiesta della Procura. Il tragico epilogo della gravidanza di una 26enne si è consumato ieri mattina nell'ospedale “Panico” di Tricase.
La donna era stata ricoverata il 26 febbraio scorso per una carenza di liquido amniotico ma il monitoraggio fino all'altro ieri aveva dato esito positivo.
Ieri mattina, poi, la brutta sorpresa: il tracciato ha evidenziato che il battito cardiaco del bambino non c'era più e la donna è stata sottoposta ad un cesareo d'urgenza per partorire il figlio ormai morto.
In giornata il marito della donna ha deciso di sporgere denuncia presso la caserma dei carabinieri di Tricase per chiarire le cause dell'aborto e se ci sono state o meno responsabilità mediche. Il pm Stefania Mininni ha aperto un fascicolo d'indagine.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
29/09/2016
È tornata di “moda” la truffa del falso ...
Cronaca
29/09/2016
Scene da film ieri nel centro storico di Lecce, dove i ...
Cronaca
29/09/2016
L’incendio attorno alle 5 di questa mattina, con la ...
Cronaca
29/09/2016
In Commissione agricoltura alla Camera dei Deputati, giunge l’approvazione ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...