“Il risparmio che fa scuola”, tappa all’Istituto comprensivo “Tricase Via Apulia”

mercoledì 2 marzo 2016

Il progetto ha coinvolto oltre 70 alunni di quattro classi quinte elementari, alla presenza del Dirigente Scolastico dell’Istituto, Eufemia Musarò.

A scuola la cultura del risparmio e dell’economia sostenibile. Ha fatto tappa all’Istituto Comprensivo Statale “Tricase Via Apulia” di Tricase il tour pugliese di “Il risparmio che fa scuola”, il progetto promosso da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti - in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione. Grazie al Protocollo di intesa firmato con il Miur, infatti, viene svolto nelle scuole di tutto il territorio nazionale un programma che permetterà agli studenti di informarsi – divertendosi - sulle tematiche legate al risparmio, e al corretto uso delle risorse naturali.

La tappa presso l’Istituto Comprensivo Statale “Tricase Via Apulia” ha coinvolto oltre 70 alunni di quattro classi quinte elementari, alla presenza del Dirigente Scolastico dell’Istituto, Eufemia Musarò, e di un Responsabile di Poste Italiane. Dopo una breve presentazione e la proiezione del cartone animato “Le avventure della famiglia panda” (che ha raccontato in modo giocoso e divertente gli argomenti del risparmio e dell’economia), i bambini sono stati impegnati in un Gioco dell’oca a squadre la cui formula è stata adattata per l’occasione con domande sulle tematiche del progetto. Al termine dell’incontro è stato distribuito a tutti i bambini della scuola che hanno partecipato un piccolo regalo. Tutti gli istituti aderenti all’iniziativa accumuleranno un bonus risparmio che Poste Italiane e CDP trasformeranno in beni di consumo - come ad esempio materiali di cancelleria - che saranno destinati alle scuole partecipanti.

Il progetto “Il risparmio che fa a scuola” è un’occasione per promuovere con gli strumenti più attuali della comunicazione e del gioco, la diffusione dell’importanza e del senso etico del risparmio, estendendone il significato e il valore al fine di educare i ragazzi ai principi di un’economia sostenibile, al rispetto dell’equilibrio ambientale, e al rifiuto dei comportamenti che portano allo spreco di risorse naturali.

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
04/12/2016
Operai tornano in strada per protestare contro politica, ...
Economia e lavoro
04/12/2016
Il settore, secondo le varie sigle sindacali, sarebbe ...
Economia e lavoro
01/12/2016
Gagliardi, 50 anni, dal 2011 alla guida della Flai di ...
Economia e lavoro
01/12/2016
C’è tempo sino al 20 dicembre per partecipare ...
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del cioccolato. Ci si sazia quasi prima con gli occhi che con il ...