Salvemini alla senatrice Lezzi: “Su Ex Apisem memoria corta. Ci risparmi lezioncine politiche”

mercoledì 2 marzo 2016

Il consigliere comunale, che dal 2012 segue la vicenda, risponde alle parole della senatrice: “Quattro anni fa eri candidata alle amministrative, ma non ricordo prese di posizione su questione così delicata”.

Una questione di “memoria corta”: sintetizza così Carlo Salvemini l’invito arrivato sui mezzi di comunicazione da parte della senatrice del M5S, Barbara Lezzi, alle opposizioni cittadine leccesi a “mostrare interesse alla vicenda”. Un appunto che il consigliere comunale di Lecce Città pubblica, da anni impegnato a porre l’attenzione su questioni di primaria importanza nella gestione politica del capoluogo salentino, e che, per primo, aveva pungolato l’amministrazione negli anni passati sulla vicenda, non può che rispedire al mittente.

“Su bonifica ex Apisem chiedo alle opposizioni se attenderanno le prossime elezioni amministrative del 2017 per mostrare un qualche interesse o se vorranno invece iniziare realmente ad interessarsi di un così grave e vasto problema”. Queste le parole pronunciate dalla senatrice a cui Salvemini replica così: “La senatrice Lezzi sale in cattedra per impartire una lezione sulla capacità politica, sensibilità ambientale, tutela della salute degli amministratori comunali”.

“Molti dirigenti politici del M5S – afferma - commettono un errore di presunzione: quello di considerarsi interpreti esclusivi degli interessi della cittadinanza. Così non è: l'impegno politico a servizio della propria comunità per molti comincia molto prima dell'avvento di Grillo e delle elezioni politiche del 2013 che segnano l'ingresso del movimento in Parlamento”.

Salvemini ricorda alla senatrice Lezzi di aver promosso e tenuto la prima conferenza stampa su vicenda ex Apisem - al quale sono seguite tante altre iniziative e dichiarazioni pubbliche, il 3 maggio del 2012, nel vivo della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale. Una campagna elettorale, come rammenta ancora, “che vedeva anche lei candidata (anche se pochissimi lo ricordano)”: “Non ricordo – puntualizza - prese di posizioni pubbliche su una questione delicatissima e sconosciuta ai più. Tante cose sono accadute da allora: attenzione, impegno, iniziative non sono mai venuti meno. Come ricordano bene tanti cittadini intellettualmente onesti”.

“Ben venga – aggiunge Salvemini -, a distanza di quattro anni, questa manifestazione di interesse della senatrice Lezzi su ex Apisem. Forse tardiva, in ogni caso lodevole. Siamo a disposizione per ogni iniziativa ulteriore da assumere per raggiungere il risultato sperato: bonificare l'area nell'interesse della città. Ma ci vengano risparmiate lezioncine che non servono a nessuno se non a gratificare il proprio protagonismo”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
07/12/2016
Il capogruppo Pd in consiglio comunale respinge ...
Politica
06/12/2016
Le liste saranno composte da un numero di candidati non inferiore a 8 e non superiore a ...
Politica
06/12/2016
Novità in vista per la prossima tornata elettorale ...
Politica
05/12/2016
Anche nella provincia di Lecce, dato incontrovertibile: la ...
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del cioccolato. Ci si sazia quasi prima con gli occhi che con il ...