Renzi incontra Juncker e lancia l'allarme: "Chiudendo le frontiere, arriveranno migliaia di profughi in Puglia"

sabato 27 febbraio 2016
L'incontro a palazzo Chigi tra il premier Matteo Renzi e il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, parla inaspettatamente di Puglia.

Il presidente del Consiglio ha lanciato l'allarme profughi chiedendo aiuto all'Europa. Il problema potrebbe esplodere all'improvviso: la chiusura delle frontiere dell'area Schengen, porterà migliaia di immigrati a sbarcare sulle coste pugliesi.

Sono già 150mila i migranti arrivati al confine tra Kosovo e Albania, intenzionati ad arrivare nel nord Europa. La chiusura della frontiera della Macedonia, induce i popoli in fuga a dirottare verso l'Albania e, quindi, come fu negli anni '90, a scegliere l'approdo più vicino: le coste pugliesi. 

Renzi, dunque, ha chiesto a Junker di intervenire gestendo con rapidità i rimpatri dei rifugiati, ottenendo come risposta la promessa di occuparsi della questione che - ha detto Juncker - se anche gli altri governi avessero gestito come ha fatto l'Italia, non ci sarebbero oggi questi problemi. Nei giorni scorsi sarebbero già giunti a Bari e Brindisi rinforzi militari sebbene in questo momento non via un allarme specifico e la situazione è sotto controllo. 

TAG: immigrazione,
Altri articoli di "Politica"
Politica
24/09/2016
Nel consiglio comunale di ieri sera, ratificato ...
Politica
24/09/2016
In piazza San Sebastiano, a Racale, domani 25 settembre, la ...
Politica
23/09/2016
Lo scrive il governatore della Puglia in un lungo post ...
Politica
23/09/2016
È quanto affermato da Emiliano nella seduta ...
A Cavallino, venerdì 23 settembre, Enrico Lo Verso a Casina Vernazza per un omaggio a Luigi Pirandello: in scena ...