Pagare le tasse comunali con piccoli lavori per la comunità, pubblicato il bando a Novoli

mercoledì 24 febbraio 2016
Il baratto Amministrativo è realtà: è dedicato alle fasce deboli che possono saldare il "debito" con il Comune svolgendo attività utili. 

Arriva il bando per aderire al Baratto Amministrativo a Novoli: dopo l’approvazione del regolamento durante il Consiglio Comunale dello scorso 12 gennaio, è di questi giorni la pubblicazione sul sito internet istituzionale www.comune.novoli.le.it della modulistica necessaria per richiedere di beneficiare dell’agevolazione.

Grazie a questo nuovo strumento sarà possibile compensare fino al 60% il versamento dei tributi comunali con lo svolgimento di diverse occupazioni a beneficio della collettività.

La richiesta può essere inoltrata da tutti i cittadini residenti nel Comune di Novoli, di maggiore età e con un indicatore I.S.E.E. non superiore ad 6.500 euro annui, debitori di tributi comunali per l’anno antecedente a quello di scadenza delle domande. Le istanze domande dovranno essere compilate e consegnate entro il prossimo 31 marzo all’Ufficio Tributi (tel. 0832.711371), attivo al primo piano del Palazzo Comunale di piazza Regina Margherita. Nello specifico, si tratta di un aiuto alla fasce deboli attraverso la possibilità di ottemperare al pagamento dei tributi di competenza dell’Ente tramite la prestazione di lavori di pubblica utilità, come per esempio servizi di manutenzione e pulizia di piazze e marciapiedi oppure di aree destinate a verde pubblico ed edifici di proprietà comunale.

Soddisfazione è stata espressa in seno all’amministrazione comunale. “La motivazione primaria di tale intervento - conferma l’assessore Mariachiara Madaro - è la convinta volontà di questa Amministrazione Comunale di agevolare nell’adempimento fiscale soprattutto le fasce deboli della cittadinanza e i nuclei familiari in difficoltà permettendo, al contempo, di disincentivare l’evasione”. Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco Gianmaria Greco, che parla di “riscatto sociale per tutti i cittadini morosi per necessità”. “Grazie al baratto amministrativo approvato in consiglio comunale - conclude – questi cittadini in difficoltà possono rientrare nella legalità dando un contributo sociale e lavorando come volontari”.

Altri articoli di "Società"
Società
24/06/2016
Il prezioso strumento musicale con il quale si esibisce a ...
Società
23/06/2016
 Una sfilata per far uscire da tutti gli isolamenti. ...
Società
22/06/2016
Sabato 25 giugno a Lecce giornata dedicata ai rifugiati con ...
Società
20/06/2016
Il nuovo procedimento comporterà un notevole risparmio in termini di tempo e di ...
Venerdì 1° luglio alle Manifatture Knos di Lecce party con il live psichedelico e coinvolgente dei ...