Aggirato il divieto di fumo negli ospedali e le cicche intasano le canaline dell'acqua

martedì 23 febbraio 2016

A segnalare l’effetto collaterale del divieto, in particolare al “Vito Fazzi”, il sito salutesalento.it.

Cicche buttate sui balconi che intasano le canaline dell’acqua. La denuncia arriva dal sito www.salutesalento.it.

“Dopo l’introduzione del decreto legislativo del 12 gennaio scorso -spiegano dal sito- con il quale si vieta di fumare anche all’esterno e nelle vicinanze degli ospedali, l’ufficio tecnico del “Vito Fazzi” ha fatto affiggere i cartelli di divieto, con riferimento alla direttiva europea che l’Italia ha recepito. Non solo. Ha anche provveduto a ritirare i portacenere sparsi in ogni zona esterna all’ospedale leccese.

A questo punto, i fumatori incalliti che vanno a trovare il parente ricoverato al Fazzi, non trovando più il portacenere sul balcone dove sono soliti fumare, si sentono autorizzati a buttare le cicche per terra, sul terrazzino del reparto.

Le cicche si accumulano sul balcone e, sospinte dall’acqua piovana, vanno a intasare il canale di scolo. E il balcone si allaga”. 

Altri articoli di "Salute e Benessere"
Salute e Benesser..
23/07/2016
Lo ha deciso il ministero della Salute che ha emanato un ...
Salute e Benesser..
19/07/2016
La dottoressa Amati del ‘Sitri’, Società ...
Salute e Benesser..
03/07/2016
In Puglia, nel 2015, sono stati 3mila gli interventi per tumore maligno della mammella, ...
Salute e Benesser..
09/06/2016
Iniziativa dell'Associazione Green Life con ...
Tappa a Gallipoli per l'ensemble giudata da Claudio Prima. Lunedì 25 luglio, ore 21, ingresso ...