Quattro scuole salentine scelte da Casio: lo studio della matematica attraverso Ris e CSI

lunedì 22 febbraio 2016

Al bando hanno partecipato quasi 600 scuole, di cui oltre 300 scuole secondarie di II grado e oltre 250 scuole secondarie di I grado.

Studiare la matematica attraverso i casi investigativi. Lo propone Casio, in quattro scuole salentine scelte tra 600 in tutta Italia. Si tratta dell’istituto Comprensivo di Alessano, del Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Maglie, dell’istituto Superiore “Quinto Ennio” di Gallipoli e del Liceo Scientifico “De Giorgi” di Lecce stati selezionati per prendere parte al progetto “Promozione di ambienti di apprendimento laboratoriali: Il mondo dà i numeri”: l’innovativo programma per l’utilizzo delle nuove tecnologie in classe promosso da CASIO Italia e nato all’interno di un Protocollo d’Intesa siglato a ottobre 2015 con il MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il programma si articola attraverso la costruzione di ambienti sperimentali dove poter applicare i modelli matematici alle scienze forensi, una disciplina volta a risolvere i casi investigativi che, negli ultimi anni, ha guadagnato un’enorme popolarità grazie a serie televisive come CSI, Numbers, R.I.S. Delitti Imperfetti.

Come è possibile identificare le persone attraverso l’analisi della voce? Come si fa a stabilire l’ora di un decesso? A che velocità viaggiavano i due automezzi prima dello scontro? Prendendo spunto da situazioni simulate, insegnanti e studenti esplorano alcuni fenomeni scientifici che possono rivelarsi utili agli investigatori per analizzare situazioni complesse. Il progetto intende, infatti, mettere in evidenza il legame indissolubile tra realtà e matematica, disciplina che, sebbene spesso percepita come astratta, costituisce un potente strumento di indagine sui fenomeni del mondo reale.

Casio ha messo a disposizione delle scuole che parteciperanno al progetto 100 kit:

50 kit per le scuole di I grado con calcolatrici scientifiche CASIO CLASSWIZ fx-­?991EX e materiale didattico (3 casi investigativi, 1 software emulatore, 10 guide rapide)

50 kit per le scuole di II grado con calcolatrici grafiche CASIO fx-­?CG 20 e relativo materiale didattico (3 casi investigativi, 1 software emulatore, 10 guide rapide, 1 centralina CLAB con 2 sensori, 4 sensori extra, 1 libro a cura dei docenti CASIO “Vedere la matematica”)

Casio, inoltre, organizzerà due eventi di informazione dedicati ai docenti delle scuole vincitrici del bando. Il primo appuntamento, organizzato in collaborazione con il MIUR, è il convegno nazionale che si terrà a Roma giovedì 10 marzo e che darà ai docenti delle scuole partecipanti una panoramica sul progetto, inquadrandolo nelle attività di promozione della cultura scientifica intraprese dal MIUR. Il secondo appuntamento è invece per aprile, con un incontro specifico di natura tecnica condotto dal Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Infine, mirate azioni di monitoraggio, condotte da tre persone del Miur e tre referenti CASIO, consentiranno di ricevere feedback da docenti e studenti sull’esperienza effettuata.

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
31/08/2016
Dopo le proteste sui trasferimenti dei docenti vincitori di ...
Scuola
26/08/2016
Appuntamento col presidente della Provincia per illustrare ...
Scuola
25/08/2016
Il finanziamento regionale prevede 800 mila euro per la ...
Dal 2 settembre al via la seconda edizione del festival del teatro e delle arti nella Valle della Cupa, una ...