Tumori femminili, un polo territoriale per la prevenzione: 12,6 milioni di euro per il progetto

lunedì 22 febbraio 2016

Un programma per la prevenzione di tutte le patologie oncologiche che riguardano le donne salentine saranno diagnosticate e curate nel polo “Donna e percorso in rosa”, allestito nell’ex Dispensario antitubercolare.

«La vocazione al sociosanitario e al territorio deve essere molto più spiccata rispetto al passato». Quindi nel piano di riordino  - ha promesso Emiliano - ci sarà un’inversione di tendenza.

A Lecce, una parte cospicua dei fondi Fesr (404 milioni di eur) saranno funzionali al piano di riconversione degli ospedali dismessi.

In questa ottica è previsto l’allestimento di ambulatori, l’acquisto di tecnologie e il completamento dei lavori per realizzare in via Miglietta (annesso all’ex Fazzi) un Polo di riferimento territoriale per il progetto “Donna e percorso in rosa”. Una struttura integrata per il potenziamento della prevenzione e la cura delle patologie tumorali della sfera femminile, mediante l’ammodernamento della dotazione tecnologica strumentale di diagnostica per immagini.

L’intervento, dotato di 12 milioni e 600mila euro, è inserito fra le priorità della programmazione con fondi Fesr 2014-2020.

Screening senologico, screening del papilloma virus (Hpv), endometriosi e tutte le patologie oncologiche delle donne salentine saranno diagnosticate e curate nel Polo Donna e Percorso in "Rosa".

Occorrerà entro 90 giorni mettere mano al progetto di completamento dell’ex Dispensario antitubercolare, che era stato affidato all’impresa Infra Srl di Napoli, il 26 marzo 2012. Successivamente, a lavori avviati e mai conclusi, la Asl si era vista costretta a rescindere il contratto il 15 maggio 2015. Non prima di aver intimato alla ditta napoletana di ultimare i lavori. 

Ferma restando la richiesta dei danni che deriveranno alla Asl dalla stipula di un nuovo contratto, alla ditta Infra, che si era aggiudicata la gara con un ribasso del 56,11 per cento, sono stati addebitati gravi inadempimenti, gravi irregolarità e ritardo.

Fonte: Salute Salento. 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
26/06/2017
Affetto da una malattia rara, lo studente può ...
Sanità
26/06/2017
Il sindacato di categoria denuncia la grave situazione dei ...
Sanità
24/06/2017
Parte la rivoluzione dei laboratori di analisi della Asl. ...
Sanità
23/06/2017
L'iniziativa di Asl: un camper sui campi di raccolta a ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...