Cassa integrazione in picchiata:-74% in un anno. Giannetto, Uil: "Dati preoccupanti"

sabato 20 febbraio 2016
Il calo vortivoso riferito al gennaio 2015 è dovuto al fermo amministrativo e alla mancanza di risorse. 

Brusca frenata per le richieste di cassa integrazione in provincia di Lecce nel primo mese del 2016. Risultano azzerate le ore di cig ordinaria e in deroga, complici il fermo amministrativo e l’assenza di risorse, mentre sono state autorizzate 126.620 ore di cig straordinaria, configurando un calo complessivo pari al -74% rispetto allo stesso mese del 2015 (487.011). Rispetto a dicembre scorso, il numero di ore autorizzate è invece in calo del 15,5%.

Lo rivela il primo Rapporto 2016 sulla cassa integrazione elaborato dalla Uil – Servizio politiche del lavoro e della formazione, su dati Inps.

La diminuzione registrata a Lecce e provincia è in linea con il dato regionale, che segna una flessione del -52,3% su gennaio 2015 e del -63,4 su dicembre.

“Questi dati, drammaticamente preoccupanti se visti sotto il profilo della perdurante e forte crisi del nostro tessuto produttivo – commenta il segretario generale Uil Lecce, Salvatore Giannetto - lo diventano maggiormente se consideriamo il blocco amministrativo che ha riguardato la cassa integrazione ordinaria (nella nostra come in altre 46 Province neanche un'ora autorizzata), tanto da determinare una più che anomala flessione del 74 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015 e alla diminuzione, per insufficienza di risorse e per le ristrettezze temporali (3 mesi massimo in un anno) decise dal Governo, della cassa integrazione in deroga”.

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
23/05/2017
A presentarla la parlamentare della circoscrizione Puglia, Donatella Duranti: ...
Economia e lavoro
23/05/2017
Palazzo: “I lavoratori sono preoccupati dalle ultime notizie. Chiediamo un incontro ...
Economia e lavoro
21/05/2017
Il sindacato autonomo dei vigili del fuoco chiede un ...
Economia e lavoro
18/05/2017
I consiglieri regionali del M5s chiedono chiarimenti ...
La Banca Popolare Pugliese diventa fattore di innovazione unendo le sue capacità e la sua struttura al FEI, ...