Processionaria, a Parabita controlli sulle aree verdi private. Multe da 500 euro per i trasgressori

martedì 16 febbraio 2016
Il sindaco ha emesso un'ordinanza che obbliga alla verifica sui pini e l'immediata distruzione di nidi e larve. 

Misure contro la diffusione della processionaria a Parabita. Il sindaco ha emesso un'ordinanza con la quale “si obbligano tutti i proprietari di aree verdi e gli amministratori di condominio che abbiano in gestione aree verdi private sul territorio comunale di porre in essere, entro il mese di febbraio di ogni anno solare, tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi a dimora nelle loro proprietà, al fine di accertare l'eventuale presenza di nidi della "Processionaria del pino"”. I nidi si presentano normalmente in forma di grosse masse simili alla seta di color bianco-grigio e sono localizzati soprattutto sui rami più alti ed esterni oppure in forme larvali (bruchi).

“Nel caso in cui, a seguito delle verifiche ed ispezioni venisse riscontrata la presenza di “Processionaria del pino” - si legge nell'ordinanza - gli stessi soggetti obbligati dovranno immediatamente intervenire rivolgendosi a ditte specializzate operando l'asportazione meccanica mediante taglio dei rami infestati e la successiva bruciatura in loco degli stessi, avendo cura di operare con la massima cautela per evitare il contatto con i peli urticanti delle larve di "Processionaria del pino" e dei nidi. Sono previste sanzioni fino a cinquecento euro per l’inosservanza dell’ordinanza sindacale”.  

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
05/12/2016
La fotografia di Coldiretti Puglia divulgata in occasione ...
Ambiente
05/12/2016
Operazione del nucleo ecologico leccese nel tarantino: sequestrata una cava estrattiva a ...
Ambiente
04/12/2016
L’incontro sull’ambiente si terrà domani ...
Un trionfo di sapori e bellezza, tutto nel nome del cioccolato. Ci si sazia quasi prima con gli occhi che con il ...