“One billion rising”, a Galatina flash mob per dire no alla violenza sulle donne

sabato 13 febbraio 2016

Appuntamento domani in piazza San Pietro per un evento che vuole sensibilizzare sul tema e ribadire il no alla violenza di genere. Anche a Lecce manifestazione pomeridiana.

“Non fiori e cioccolatini ma un vero atto d’amore”: è questo il messaggio, che, nella giornata di San Valentino, arriva da tutto il mondo e in più di 100 città italiane, attraverso gli eventi che celebreranno il One Billion Rising Revolution per chiedere un mondo in cui le donne possano vivere al riparo dalla violenza e dall’abuso.

Le Nazioni Unite stimano che, nel mondo, 1 donna su 3 sarà picchiata o stuprata nel corso della vita: per il quarto anno consecutivo si ballerà sulle note dell’inno Break The Chain per dire basta alla violenza contro le donne e le bambine e dimostrare che si può farlo con gioia, in maniera politica ma con il sorriso.

Il centro d’ascolto DNAdonna di Soleto insieme all’associazione Barriere al Vento  di Galatina promuovono e organizzano un flash mob che, attraverso la danza, la musica e la poesia, sposerà lo spirito del One Billion Rising. Il ritrovo è fissato per domani, domenica 14 febbraio, alle ore 11 nella Piazza centrale di Galatina: diversi cortei di persone, guidati da musicisti e artisti del territorio, attraverseranno le strade della città per confluire in piazza e creare un momento di riflessione collettiva e condivisione creativa.

I gruppi saranno disposti nell’aera della piazza e danzeranno sulle note di Break The Chain, seguendo la coreografia curata da Chiara Dollorenzo, coreografa di Community dance e danza contemporanea nonchè coordinatrice organizzativa della manifestazione.

Nel giorno internazionalmente conosciuto come quello della festa degli innamorati, l’intento è di sollecitare le coscienze ad ampliare il concetto di amore, declinandolo in tutte le forme di relazione sociale, creando un nuovo paradigma di comunità in cui non lasciare spazio alla violenza, avvicinandosi ad una completa e naturale inclusione sociale.

L’iniziativa, a cura di Enza Miceli, Maria Antonietta Nuzzo e Chiara Dollorenzo, vede in prima linea il Centro d’ascolto DNAdonna e l’Associazione Barriere al Vento e, con la collaborazione del Centro antiviolenza Malala e l’Ats di Galatina. Più di 30 le associazioni e i comitati del territorio salentino che hanno aderito all’iniziativa.

La giornata sarà dedicata alla memoria di Nasra, la donna somala ritrovata morta pochi giorni fa sulla costa salentina.

One Billion Rising è una campagna realizzata per la prima volta nel 2013 su iniziativa della scrittrice statunitense Eve Ensler, fondatrice del movimento V-Day (movimento mondiale per la raccolta di fondi a favore delle donne vittime di violenza e abusi sessuali) per mantenere viva l’attenzione sulla violenza di genere e contrastarla in modo pacifico e gioioso.

Appuntamento anche a Lecce.

Domenica 14 febbraio, alle ore 17 al Mercatino delle Etnie, in via Aldo Moro (Settelacquare), un secondo ritrovo. Alle 18, ci si sposterà in piazza Sant'Oronzo per ballare insieme alle donne di Lecce e alle migliaia di donne e uomini che si mobilitano da quattro anni in tutto il mondo. Gli organizzatori invitano al passaparola e a indossare qualcosa di rosso. 

Altri articoli di "Società"
Società
29/07/2016
Grande attenzione e afflusso ordinato delle domande di ReD in Puglia: 1113 le domande in ...
Società
28/07/2016
Questa mattina nella base aerea di Galatina, si è ...
Società
27/07/2016
Le rappresentanze hanno chiesto l’attivazione sul ...
Società
27/07/2016
In onore delle vittime del Bangladesh, di Nizza, di ...
Questo il tema scelto dagli organizzatori per la manifestazione giunta alla sua diciassettesima edizione: tanti eventi ...