Salento, scoppia l'amore per la campagna: boom di giovani imprenditori agricoli

giovedì 11 febbraio 2016
I dati segnalano un aumento di imprenditori agricoli professionisti superiore a quello regionale. Domenica un incontro per parlarne a Lecce.

In provincia di Lecce aumenta la voglia di fare impresa nel settore agricolo: i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali crescono del 16,2% con un incremento di 374 unità. Una percentuale in crescita superiore alla media regionale che si ferma al 13,5 per cento, secondo un'indagine realizzata per Coldiretti Lecce, dall'Osservatorio economico curato da Davide Stasi. Non solo: un numero crescente di questi operatori è under 40, ovvero giovani che dicono addio ad un futuro dietro ad una scrivania e decidono di scommettere nella terra.

L'amore per la campagna sarà al centro dell'incontro che si terrà domenica 14 febbraio in piazza Ludovico Ariosto a Lecce alla presenza del vice ministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova e del deputato del Pd, Salvatore Capone.

A raccontare la propria idea ed esperienza imprenditoriale saranno quattro soci di Coldiretti Lecce, che ben rappresentano il fermento positivo che anima le campagne: Aldo Reho, allevatore di pesce in mare aperto, Daniela Margarito, imprenditrice agricola e produttrice di miele, Giovanna Melcarne,  veterinaria, allevatrice e produttrice di yogurt e derivati del latte e Marcello Rossetti, imprenditore agricolo e titolare dell'azienda “Sikalindi” che produce arredi e mobili rivestiti con fibra di fico d'india, vincitore nazionale del concorso di Coldiretti “Oscar Green” 2013.

Questa crescita che registriamo in provincia di Lecce – commentano il direttore e il presidente di Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante e Pantaleo Piccinno, è sicuramente un risultato positivo ed oltre ad indicare l'aumento di fiducia nei confronti dell'attività agricola tout court, palesa una sempre maggiore attenzione alla specializzazione imprenditoriale nel settore rurale. Pur rimanendo alto il numero di coloro che si occupano della campagna come attività residuale o come hobby – osservano i dirigenti di Coldiretti Lecce - cresce nel Salento il numero di coltivatori che scelgono l'agricoltura come attività principale e fonte precipua di reddito. E questo è senza dubbio un dato positivo.


 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
25/09/2016
La Ge.Ter srl si fa avanti con un progetto di investimento ...
Economia e lavoro
22/09/2016
Oltre 250 sanzioni da mille a 3mila euro per gli ...
Economia e lavoro
22/09/2016
Il percorso è stato individuato nel vertice tra ...
Economia e lavoro
22/09/2016
Aumentano i furti in negozi commerciali e botteghe ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...