Continua il Carnevale di Corsano e del Capo di Leuca: domenica la grande sfilata

venerdì 5 febbraio 2016

Continua l’appuntamento con la manifestazione giunta alla 34esima edizione: domenica prossima attesa per la grande sfilata a Corsano.

Continua l’entusiasmo dei visitatori accorsi da tutta la regione per ammirare i carri dell’edizione numero 34 del “Carnevale di Corsano e del Capo di Leuca”. L’evento è organizzato dalla Pro loco di Corsano con la collaborazione e i patrocini di Pro loco Alessano, Unpli, Comuni di Corsano e Alessano e Unione dei Comuni “Terra di Leuca”. Sponsor ufficiale Casaclima.

Dopo la prima tappa che si è svolta lo scorso 31 gennaio ad Alessano, domenica prossima 7 febbraio i carri partiranno alle ore 15 da Corsano e percorreranno via Kennedy, via Regina Elena, via Cellini, via Umberto I e via Libertà per raggiungere la centralissima piazza San Biagio. La sfilata sarà trasmessa in diretta streaming su www.radiodelcapo.it

Tre i carri in concorso, che saranno preceduti dal carro di apertura della Pro loco:

Carro del gruppo “Quelli che il macello” (carrista Carlo Morrone) con titolo «Un abisso di guai», dove viene rappresentata l’Italia che è diventata un fondale roccioso sommerso dal mare e circondato da numerosi predatori come il Polpo di Mafia Capitale, lo Squalo di Equitalia con la sua ventiquattrore e un documento di sfratto in mano, la Manta con le sardine degli immigrati e il Granchio delle tasse. Su tutti il premier Matteo Renzi, che cerca di risollevarla travestito da sub e con pochi mezzi a disposizione tra cui una fiocina rotta;

Carro del gruppo “Mir” (carrista Cesario Ratano) con titolo «À la guerre comme à la guerre», dove vengono utilizzati i personaggi dei cartoni animati Minions che simboleggiano l’essenza umana che si trova a dover affrontare ciò che ha creato. Essi sono i capi di Stato che vanno a fare una guerra da loro stessi causata. Su di loro un capo assoluto che è il drago, mentre il segno di speranza è dato da una conchiglia da cui spunta una perla.

Carro del gruppo “Quei bravi ragazzi” (carristi Francesco Antonazzo e Alessio Bravi) con titolo «Tutto il mondo è paese», dove viene affrontato il tema dell’immigrazione con le barche che cercano di raggiungere l’Italia cariche di migranti raffigurati da Minions multietnici e il popolo italiano che cerca di dar loro il meglio facendoli entrare in un bar. Campeggia una piramide capovolta dove chi dovrebbe comandare è collocato in basso e chi invece non ne ha titolo ha preso posizione in alto.

Altri articoli di "Eventi"
Eventi
26/06/2017
L'Associazione Hydro…un fiume di idee, con il ...
Eventi
25/06/2017
Il 28, 29 e 30 giugno prossimi si svolgeranno a Galatina le ...
Eventi
24/06/2017
Atteso per le 13.30 l'arrivo dei bolidi in piazza Sant'Oronzo. E' tutto pronto per ...
Eventi
23/06/2017
Come ogni anno si rinnova la tradizionale festa in onore di Santa Domenica che attira ...
Al via il ciclo di giornate studio sul mondo del caffè prima della pausa estiva a cura di valentino Caffè ...