Il fascino misterioso della Grotta dei Cervi a Geo&Geo

venerdì 5 febbraio 2016
Le foto scattate dal fotografo Nicola Destefano ritraggono i pittogrammi che furono lasciati sulle partei della grotta più di 6mila anni fa. 

A 46 anni dalla sua scoperta, la Grotta dei Cervi mantiene intatto tutto il suo fascino misterioso.
Ieri le spettacolari immagini dei pittogrammi lasciati sulle pareti della grotta di Porto Badisco durante il Neolitico sono state protagoniste di un servizio di Geo&Geo, la trasmissione pomeridiana di Rai 3.
Ospiti in studio a commentare gli eccezionali reperti archeologici la biologa giornalista Lisa Signorile e il fotografo Nicola Destefano che hanno visitato di recente la grotta per scattare nuove foto. I disegni indecifrabili, le impronte di bambini vissuti 6mila anni fa, i resti di riti sacri: tutto conferisce alla Grotta dei Cervi il suo alone di impenetrabilità.
“E' un sito unico al mondo” ha commentato la biologa Signorile “è come un libro sacro scritto in una lingua che non conosciamo”.
Di recente anche il National Geographic ha dedicato un servizio alla Grotta dei Cervi, la “Cappella Sistina del Neolitico”.
Altri articoli di "Cultura"
Cultura
25/02/2017
La direttrice di Paysage, Novella Cappelletti, al fianco degli organizzatori con ...
Cultura
24/02/2017
Uno speciale “open day” per ricordare la figura del Presidente della ...
Cultura
23/02/2017
Il 2 marzo lo scrittore e intellettuale Erri De Luca ...
Cultura
20/02/2017
Non è una biblioteca ma un luogo di scambio: il ...
Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale ...