Uccisi e gettati in un pozzo alla periferia di Campi: ergastolo per Franz Occhineri

giovedì 4 febbraio 2016

La decisione da parte della Corte d'Assise di Lecce. Già condannati alla stessa pena Mino Perrino e Francesco Cippone.

Ergastolo per Franz Occhineri. Il 35enne è stato ritenuto responsabile insieme a Mino Perrino e Francesco Cippone di essere gli esecutori materiali dell’omicidio di Luca Greco e Massimiliano Marino. A stabilirlo la Corte d’Assise di Lecce.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il 10 marzo 2013, Luca Greco e Massimiliano Marino furono attirati con una scusa in una masseria alla periferia di Campi da Mino Perrino e Francesco Cippone. I due uccisero brutalmente le vittime, a colpi di pistola e coltellate, gettando i corpi in un pozzo della zona.

Il movente, ritenuto però debole, sarebbe di natura passionale: Greco avrebbe fatto delle avances alla moglie di Perrino.

Franz Occhineri, 34 anni, di Campi, è stato l’unico ad aver scelto di difendersi in Corte d’Assise. Gli altri due sono stati giudicati secondo il rito abbreviato.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
26/02/2017
La tragedia nella notte in via Calabria. La bandante della donna non è riuscita a ...
Cronaca
26/02/2017
Il giovane era insieme ad un'altra persona a bordo di ...
Cronaca
26/02/2017
Un 40enne leccese è stato riconosciuto dagli agenti delle Volanti in servizio di ...
Cronaca
26/02/2017
L'asse viario è da anni ricettacolo di rifiuti di ...
Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale ...