Mammografo a Nardò, CoR: “Battaglia per la salute e non politica”

sabato 30 gennaio 2016

I consiglieri salentini Luigi Manca ed Erio Congedo stigmatizzano la polemica riguardante la sanità neretina.

Il mammografo resti al poliambulatorio di Nardò, ma la battaglia non deve avere fini politici. Lo sottolineano i consiglieri Luigi Manca e Erio Congedo, dei Conservatori e Riformisti.

“Quello che non è sicuramente né condivisibile né meritorio è che questa battaglia stia infervorando, come novelli paladini, coloro che non hanno fatto nulla quando il governo Vendola declassava da ospedale a Poliambulatorio di terzo livello la struttura sanitaria di Nardò, chiudendo per esempio l’importante reparto di Oncologia. In quel momento gli autorevoli esponenti e colleghi del Pd non solo non hanno detto nulla, ma hanno avallato le scelte sanitarie del governo regionale.

Capiamo, e per questo deprechiamo, il diverso comportamento di questi giorni: a Nardò si vota per il rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale e allora l’attivismo a favore della comunità altro non è che ricerca di consenso.

La salute è un argomento troppo serio e allora se proprio si vuole fare una battaglia per il mammografo, la si faccia anche perché ci sia nel Poliambulatorio chi lo sa usare, un tecnico competente e capace, perché il paradosso sarebbe proprio mantenerlo e non avere chi lo faccia funzionare. Allora meglio che venga utilizzato altrove”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
27/05/2017
  Il MuSMeS è tributo alla ...
Sanità
26/05/2017
Il convegno organizzato dall'associazione ...
Sanità
25/05/2017
I sanitari dell’Arma Azzurra andranno a lezione dal ...
Sanità
19/05/2017
Diagnosi e cure personalizzate, “tagliate su ...
"L'upgrade dei ristoranti di sushi" arriva nel capoluogo salentino da un'idea di Gianni ...