Sindaci salentini schierati contro le trivelle: no unanime a Palazzo dei Celestini

venerdì 29 gennaio 2016

I primi cittadini hanno espresso la propria contrarietà alla ricerca di idrocarburi nella zona adriatica, chiedendo al presidente della Provincia di Lecce, Gabellone, di essere garante del loro dissenso.

I sindaci salentini dicono no alle trivelle e impegnano la Provincia di Lecce a contrastare in qualsiasi modo le attività legate alla ricerca di idrocarburi nella zona adriatica. La decisione è emersa con un voto netto ad un ordine del giorno sottoposto ai primi cittadini in una seduta a Palazzo dei Celestini.

Nel testo della delibera si impegna il Presidente della Provincia “a contrastare in qualunque modo possibile le attività legate alla ricerca di idrocarburi nella zona Adriatica e a dichiarare la posizione nettamente contraria dell’amministrazione provinciale rispetto a tali scelte politiche” e ancora “a valutare ogni eventuale profilo di illegittimità degli atti relativi ai procedimenti amministrativi collegati, compresi i decreti di compatibilità ambientale rilasciati dal Ministero dell’Ambiente, con conseguente impugnazione avanti alle sedi giurisdizionalmente competenti”, e “a trasmettere il presente atto al consiglio regionale”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
27/02/2017
Il primo cittadino alla chiusura del suo secondo mandato ...
Politica
27/02/2017
I rappresentanti provinciali e cittadini del partito non ...
Politica
27/02/2017
La segnalazione dello Sportello dei ...
Politica
27/02/2017
Le associazioni, dopo un incontro con l'assessorato al ...
Il Consiglio di Amministrazione della "Popolare Pugliese" ha approvato la situazione economica e patrimoniale ...