Sindaci salentini schierati contro le trivelle: no unanime a Palazzo dei Celestini

venerdì 29 gennaio 2016

I primi cittadini hanno espresso la propria contrarietà alla ricerca di idrocarburi nella zona adriatica, chiedendo al presidente della Provincia di Lecce, Gabellone, di essere garante del loro dissenso.

I sindaci salentini dicono no alle trivelle e impegnano la Provincia di Lecce a contrastare in qualsiasi modo le attività legate alla ricerca di idrocarburi nella zona adriatica. La decisione è emersa con un voto netto ad un ordine del giorno sottoposto ai primi cittadini in una seduta a Palazzo dei Celestini.

Nel testo della delibera si impegna il Presidente della Provincia “a contrastare in qualunque modo possibile le attività legate alla ricerca di idrocarburi nella zona Adriatica e a dichiarare la posizione nettamente contraria dell’amministrazione provinciale rispetto a tali scelte politiche” e ancora “a valutare ogni eventuale profilo di illegittimità degli atti relativi ai procedimenti amministrativi collegati, compresi i decreti di compatibilità ambientale rilasciati dal Ministero dell’Ambiente, con conseguente impugnazione avanti alle sedi giurisdizionalmente competenti”, e “a trasmettere il presente atto al consiglio regionale”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
28/09/2016
È il parere del M5S, che attraverso il capogruppo al ...
Ambiente
27/09/2016
L’assessore all’ambiente di Nardò si ...
Ambiente
27/09/2016
L'associazione "Re:Common" tra i relatori ...
Ambiente
26/09/2016
Il progetto nel Salento sotto la supervisione di ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...