Palazzo Comi, il Ministero richiede di conoscere la destinazione futura dei libri

mercoledì 27 gennaio 2016

La direzione centrale vuole un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa.

Ci sarà bisogno di un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa, a salvaguardia dei beni archivisti e bibliografici conservati a Palazzo Comi e che consideri la destinazione specifica degli stessi. Lo scrive il Ministero dei Beni Culturali in una nota inviata agli enti interessati che dovranno gestire la casa di Lucugnano.

Una richiesta che, si va ad aggiungere alle prescrizioni della Soprintendenza che impedirebbero la concessione ad attività di ristorazione. Secondo il Comitato per Palazzo Comi, è la dimostrazione che il bando della Provincia di Lecce per l’affidamento trentennale è “sempre più un colabrodo”. 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
26/05/2017
Il complesso architettonico che sorge all'ingresso della ...
Cultura
23/05/2017
Dal 13 giugno al 31 ottobre in mostra presso il Museo ...
Cultura
19/05/2017
A trent’anni dalla scomparsa, una serie di eventi per ricordare “a great ...
Cultura
17/05/2017
Il Comune ha stretto un accordo con i volonatri del Fai per ...
"L'upgrade dei ristoranti di sushi" arriva nel capoluogo salentino da un'idea di Gianni ...