Palazzo Comi, il Ministero richiede di conoscere la destinazione futura dei libri

mercoledì 27 gennaio 2016

La direzione centrale vuole un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa.

Ci sarà bisogno di un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa, a salvaguardia dei beni archivisti e bibliografici conservati a Palazzo Comi e che consideri la destinazione specifica degli stessi. Lo scrive il Ministero dei Beni Culturali in una nota inviata agli enti interessati che dovranno gestire la casa di Lucugnano.

Una richiesta che, si va ad aggiungere alle prescrizioni della Soprintendenza che impedirebbero la concessione ad attività di ristorazione. Secondo il Comitato per Palazzo Comi, è la dimostrazione che il bando della Provincia di Lecce per l’affidamento trentennale è “sempre più un colabrodo”. 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
24/01/2017
L'evento, organizzato da "Valori e Rinnovamento" ...
Cultura
24/01/2017
Il 27 gennaio, giornata della memoria, Arcigay organizza a ...
Cultura
22/01/2017
La classifica della rivista Forbes fotografa “la ...
Cultura
20/01/2017
Sabato 28 gennaio, presso la sede di Km0, incontro ...
 Giovedì 26 gennaio (ore 20.30) una divertente rappresentazione della vita quotidiana dei teatranti, tra ...