Palazzo Comi, il Ministero richiede di conoscere la destinazione futura dei libri

mercoledì 27 gennaio 2016

La direzione centrale vuole un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa.

Ci sarà bisogno di un atto aggiuntivo all’autorizzazione concessa, a salvaguardia dei beni archivisti e bibliografici conservati a Palazzo Comi e che consideri la destinazione specifica degli stessi. Lo scrive il Ministero dei Beni Culturali in una nota inviata agli enti interessati che dovranno gestire la casa di Lucugnano.

Una richiesta che, si va ad aggiungere alle prescrizioni della Soprintendenza che impedirebbero la concessione ad attività di ristorazione. Secondo il Comitato per Palazzo Comi, è la dimostrazione che il bando della Provincia di Lecce per l’affidamento trentennale è “sempre più un colabrodo”. 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
17/04/2018
L'Apulia cinefestival network ha nominato l'attrice come ...
Cultura
17/04/2018
Il 21 e 22 aprile, dalle ore 15, primo appuntamento con la ...
Cultura
17/04/2018
Doppio appuntamento a Lecce con il presidente del Centro Studi Livatino Mauro ...
Cultura
16/04/2018
Comune e Curia lavoreranno insieme per un progetto ...
Il Direttore Scientifico Francesco Scorrano ha diretto il Congresso dove era presente il Luminare di Pneumologia ...