Forza Italia, dipartimento cultura: nominata nuova responsabile a Matino

domenica 24 gennaio 2016

La responsabile nel comune salentino sarà Pamela Lecci, avvocatessa e già impegnata in ambito politico. La soddisfazione dell’interessata e di Annalaura Giannelli, responsabile provinciale del dipartimento.

“Accolgo con estremo onore ed orgoglio l’incarico conferitomi, per il cui svolgimento profonderò il massimo impegno, perché sono convinta che la cultura sia strumento di crescita individuale di ciascuno di noi, valore aggiunto e principio ispiratore di tutte le politiche di sviluppo della società”.

Lo dichiara Pamela Lecci, neo responsabile cittadina di Forza Italia per il Dipartimento Cultura di Matino. “Accetterò –aggiunge- tutti gli spunti ed i suggerimenti di quanti vorranno proporsi, con la collaborazione e lo spirito di condivisione che da sempre caratterizza il mio operato politico”.

“La prima nomina a responsabile cittadina del Dipartimento Cultura di Forza Italia per la Provincia di Lecce va - con vivo orgoglio – all’avvocato Pamela Lecci di Matino, già politicamente impegnata come assessore comunale con eccellenti risultati nel suo paese di origine” - dichiara Annalaura Giannelli, responsabile del dipartimento Cultura di Fi nella Provincia di Lecce.

“Pamela –prosegue- è donna di straordinaria portata per qualità umane, valori etici e spessore culturale. Una risorsa di eccellenza –conclude Giannelli- per il nostro Dipartimento, guidato a livello regionale da Paolo Pagliaro, che continua a crescere e sviluppare nuove sinergie che non potranno che avere un riscontro positivo in termini di operatività e consenso”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
23/08/2016
È stato presentato a Palazzo Carafa il Piano ...
Politica
23/08/2016
La decisione del giudice Piera Portaluri nei giorni ...
Politica
23/08/2016
L’episodio ieri mattina sulla provinciale ...
Politica
23/08/2016
Il consigliere regionale di "La Puglia con ...
Sabato 20 e domenica 21 all'Anfiteatro Romano di Lecce. Spettacoli nell'ambito di “Lecc’è 2016 ...