Boom di centenari nel Salento, i più longevi ad Alezio. Coldiretti: "Merito della dieta mediterranea"

venerdì 22 gennaio 2016
Aumenta in maniera vertiginosa la fascia di popolazione che supera i cento anni di età. Coldiretti: "Merito anche del cibo di qualità". 

E’ boom di centenari in provincia di Lecce e il merito, secondo Coldiretti è anche della dieta mediterranea. Gli abitanti del Tacco d’Italia che hanno spento almeno cento candeline sono più che triplicati negli ultimi 15 anni. In totale sono 207, ma le più coriacee, manco a dirlo, sono le nonnine: 169 contro i 38 nonni. Nel 2002 i centenari leccesi erano 58, oggi i centenari sono 149 in più, ovvero +256,9%, secondo gli ultimi dati Istat, elaborati per Coldiretti Lecce, dall’Osservatorio economico curato da Davide Stasi.

E le buone notizie non sono finite. Secondo un'analisi di Coldiretti-Epaca, su dati Istat, l’anno in corso, infatti, registrerà un ulteriore aumento e le previsioni per il 2030 prefigurano uno scenario che vedrà i centenari triplicarsi ancora, superando quota 600 nella sola provincia di Lecce.

Lo stile di vita mediterraneo non è dunque solo un mito. Oltre agli indubbi progressi della medicina e della tecnologia, Coldiretti Lecce indica la scelta degli alimenti tipici della dieta mediterranea tra i fattori principali della longevità. “C’è una crescente attenzione alla selezione degli alimenti – dicono il presidente e il direttore di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno e Giuseppe Brillante – lo constatiamo ogni giorno nei mercati di Campagna Amica di Coldiretti Lecce, il cui gradimento è in costante crescita. I consumatori cercano sempre di più prodotti sani e ottenuti nelle campagne salentine, a chilometro zero, frutta e verdura di stagione, olio e vino di qualità. In crescita anche l’appeal dei prodotti biologici che danno un’ulteriore garanzia sulla salubrità del cibo che si porta in tavola. L’utilizzo di una dieta equilibrata come quella mediterranea accompagnata sempre dal nostro olio extravergine di oliva e dal vivere in un ambiente eco-sostenibile e paesaggisticamente appetibile come il nostro Salento – concludono - offre quindi un alto livello di qualità della vita ed anche più…lunga”.

Il paese dove il rapporto tra centenari e popolazione è più alto è Alezio, con ben 7 centenari rispetto a una popolazione di 5.772 abitanti. Il secondo posto nella graduatoria della longevità va a Parabita, con 8 centenari spalmati su una popolazione di 9.235 abitanti. Sempre sul podio ma terzo è il comune di Caprarica di Lecce, con 2 centenari su 2.510 abitanti. Seguono nell’ordine Sogliano Cavour, Novoli, Botrugno, Maglie, Sanarica, Melendugno e Martignano. Il capoluogo è invece solo al 25esimo posto con i suoi 33 super nonni spalmati su una popolazione di 94.148 abitanti.

Altri articoli di "Società"
Società
29/06/2016
La denuncia arriva da Adoc, che ha raccolto le lamentele di ...
Società
28/06/2016
Preoccupazione espressa dal comitato “Decidi ...
Società
27/06/2016
In contemporanea con la mobilitazione nazionale, domani ...
Società
26/06/2016
In Puglia gli oratori sono 850 e stanno registrando una ...
Sabato 2 luglio a Leuca la V edizione del Movida Party: musica con Francesca Profico, Mistura Louca, Cesko e Cristian ...