“Galatea 2”, condanna a tre anni e mezzo per l’ex assessore provinciale Flavio Fasano

venerdì 22 gennaio 2016

Ieri la sentenza emessa dal tribunale di Lecce in un processo che ha visto la condanna dell’ex sindaco di Gallipoli e assessore provinciale Fasano, per vari reati contestati. Unica assoluzione per una funzionaria.

Quattro condanne e un’assoluzione: è questo il responso del processo “Galatea 2”, che si è concluso nelle scorse ore. A Flavio Fasano, ex sindaco di Gallipoli, sono stati inflitti dal Tribunale di Lecce, tre anni e mezzo, pena quasi dimezzata rispetto alla richiesta del procuratore aggiunto, Elsa Valeria Mignone, per i reati di turbativa d’asta, rivelazione del segreto d’ufficio, falso, corruzione, concussione e abuso di ufficio.

Tutto nasce nella gestione dell’assessorato provinciale, quando sotto la lente della Procura di Lecce erano finiti l’appalto della cartellonistica stradale, la conversione in struttura turistica della vecchia sede del Nautico di Gallipoli e l’assunzione di un dirigente al Comune di Parabita.

Condannati anche Gino Siciliano, 73enne ex amministratore della Lupiae Servizi (2 anni), l’imprenditore Giovanni La Gioia, 39enne di Trepuzzi (un anno e 8 mesi), Michele Patano, 54enne direttore del Cotup (8 mesi). Assolta Michela Corsi, 48enne romana, funzionaria dell'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici.

L’ex assessore provinciale Fasano ha annunciato che, nonostante la condanna, si ricandiderà alle prossime elezioni amministrative che si terranno in primavera a Gallipoli. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
25/04/2018
Famiglie e autorità presenti questa mattina a Lecce ...
Politica
25/04/2018
Il capogruppo di Fratelli d'Italia chiede una risposta ...
Politica
24/04/2018
Mentre in queste ore si apre un dialogo per una possibile ...
Politica
24/04/2018
L’amministrazione leccese riconosce ...
La prevenzione dei tumori si realizza attraverso un cambiamento dello stile di vita: movimento, niente fumo, poca carne ...