Mimprendo italia 2015, premio a un team salentino. Oggi l’incontro con Gabellone

giovedì 21 gennaio 2016
Tre universitari dell’Università del Salento con il progetto “SolarFertigation” si sono aggiudicati la seconda edizione nazionale del premio promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria. 

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha incontrato, questa mattina, nella sala conferenze stampa di Palazzo Adorno a Lecce, il team composto da tre universitari dell’Università del Salento e dal tutor dell’azienda tarantina Asepa Energy s.r.l. che, con il progetto “SolarFertigation”, si sono aggiudicati la seconda edizione nazionale di Mimprendo Italia 2015, l’incubatore di imprenditorialità promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria e dalla Conferenza dei Collegi Universitari di Merito.

“Sono veramente felicissimo -ha commentato Gabellone- questo risultato è la testimonianza di quanto la nostra comunità sia particolarmente viva. Ho letto la notizia della premiazione di questi ragazzi. Ho voluto conoscerli e ho voluto con l’incontro di oggi che si desse conoscenza pubblica del loro lavoro, un po’ per un fatto di orgoglio, in quanto amministratore della Provincia di Lecce, ma anche per dare un segnale di attenzione a chi si è veramente impegnato”.     

Ha aggiunto il presidente: “Nel mondo universitario si parla spesso di start up e dell’importanza di connettere studenti e imprese, giovani e lavoro. Questa partecipazione a Mimprendo è un dato straordinario: c’è l’Università che stimola i giovani a competere, a mettersi in gioco con le proprie idee, la propria creatività, lo studio. C’è un’azienda che pure sceglie di partecipare alla competizione e di farlo, tra l’altro, puntando sull’ecosostenibilità ambientale. Tutto ciò vuol dire che c’è un sistema che gira: Università, imprese e i “nostri” ragazzi”.

Il gruppo che ha conquistato il Premio nazionale, e che oggi ha illustrato in conferenza stampa i dettagli dell’innovativo progetto, è formato da Marco Apollonio, 26 anni di Lecce, specializzando in Ingegneria meccanica all’Università del Salento, e da Lucia Alemanno e Sarah Quarta, di 24 e 25 anni, originarie rispettivamente di Copertino e Monteroni, entrambe specializzande in Ingegneria gestionale dell’Ateneo salentino. A guidarli nel percorso l’ingegnere e amministratore di Asepa Energy Sergio Strazzella.

Con il presidente Gabellone sono intervenuti il prorettore dell’Università del Salento Antonio Lucio Giannone, la presidente dei Giovani di Confindustria Lecce Viola Margiotta e il docente di riferimento per la realizzazione del progetto Giuseppina Passiante, coordinatrice del Laboratorio di Ingegneria economico-gestionale. Presenti anche i ricercatori dello stesso Laboratorio dell’Università del Salento Pasquale Del Vecchio e Giustina Secundo. Tutti hanno ringraziato il presidente Gabellone per la grande attenzione riservata all’iniziativa e all’Università del Salento.

“Una bella dimostrazione di attenzione, spontanea, che non è di tutti i giorni”, ha sottolineato, in particolare, il prorettore Antonio Lucio Giannone.

Il progetto vincitore di Mimprendo 2015, sviluppato su proposta di Asepa Energy, (azienda operativa nel campo delle energie rinnovabili), propone la realizzazione su scala industriale di un sistema alimentato ad energia solare, tramite pannelli fotovoltaici, che consente l’irrigazione e al tempo stesso la fertilizzazione dei terreni agricoli. Il prodotto, già brevettato nel 2014, permette un abbattimento dei costi a carico delle aziende agricole, una riduzione dell’inquinamento ambientale e la gestione ottimizzata delle colture.

La professoressa Giuseppina Passiante ha evidenziato: “Questa iniziativa parte all’interno del nostro laboratorio, dove si focalizza il sostegno all’imprenditoria. In quest’ambito si è inserito il rapporto con Confindustria, sviluppato e consolidato da tempo, e la partecipazione, per la prima volta, alla competizione nazionale”.

Il coach aziendale di Asepa Energy Sergio Strazzella nel sottolineare quanto il percorso con gli studenti sia stato proficuo, ha annunciato: “Il progetto sta continuando. Costituiremo una start up innovativa. Stiamo già registrando attenzione da parte di imprese ed, in particolare, del colosso Ferrero, che incontreremo a breve per valutare l’applicabilità del nostro prodotto alle sue produzioni in tutto il mondo”.

In base allo studio di fattibilità tecnica ed economica del team salentino, il mercato di riferimento dell’innovativo “fertirrigatore” a energia solare è rappresentato principalmente dai Paesi del BRICST (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica e Turchia), alcuni dei quali stanno già manifestando interesse. Il sistema, infatti, consente di portare la fertirrigazione dove non vi è energia elettrica fornita dalla rete nazionale.

La presidente dei Giovani di Confindustra Lecce Viola Margiotta ha concluso: “Questo successo è la rappresentazione della vittoria di un modo di lavorare, quello che vede la collaborazione tra imprese e università. Sono molto contenta del risultato portato a casa dalla Puglia, che ha visto quattro aziende finaliste, cioè tra le prime dieci su ottanta, e tutte e quattro sono state incubate dall’Università del Salento”.

Le altre aziende pugliesi che hanno partecipato all’edizione 2015 arrivando in finale sono la DVF srl (Tecniche innovative per la decorazione di profili in alluminio) e la Ecomet srl (Ricerca di una ulteriore selezione del fluff), entrambe per Confindustria Lecce, mentre per Confindustria Taranto, oltre alla vincitrice Asepa Energy srl, anche TuristYando (TuristYando: have a good day). 

Altri articoli di "Università"
Università
29/06/2016
L’iniziativa arriva dalla collaborazione della Banca ...
Università
23/06/2016
È partito stamane il progetto "Generazione ...
Università
21/06/2016
Si terrà all’università di Foggia e prepara alle professioni ...
Università
17/06/2016
La decisione è stata presa dalla giunta regionale. L’assessore Leo: ...
Sabato 2 luglio a Leuca la V edizione del Movida Party: musica con Francesca Profico, Mistura Louca, Cesko e Cristian ...