"Mercatino dei popoli": a Carpignano la cultura, le musiche e i colori dei cittadini immigrati

giovedì 21 gennaio 2016
Iniziativa nel segno della promozione sociale e dell'integraione culturale con il “mercatino dei popoli”: domenica 24 gennaio a Carpignano.

Parola d'ordine, cultura. Nel segno dell'integrazione sociale e della promozione culturale, si svolgerà a Carpignano la prima edizione del “Mercatino dei popoli”.

L'iniziativa, che vedrà protagonisti i cittadini immigrati presenti sul territorio, offrirà la possibilità di conoscere e assaporare le culture altre attraverso i sapori e i profumi dei cibi e dei prodotti delle diverse comunità. Un'occasione di integrazione tra la comunità autoctona e gli immigrati, per favorire la conoscenza dell'altro e l'interazione tra i popoli. Le diverse realtà etniche e culturali si ritroveranno domenica 24 gennaio, a partire dalle 9, in Largo Madonna delle Grazie a Carpignano Salentino.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dall'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Paolo Fiorillo, e si prefigge l’obiettivo di legare le politiche d’integrazione sociale con le iniziative di promozione culturale del territorio mediante il coinvolgimento diretto della popolazione locale, veicolando e ribadendo così al tempo il diritto dei popoli ad integrarsi mediante il coinvolgimento diretto delle diverse realtà locali. Il filo conduttore è dunque la cultura, il dialogo tra il territorio ospitante, con le sue tradizioni, i suoi costumi, i suoi luoghi, e le diverse comunità migranti, ciascuna con i propri prodotti, musiche e colori.

L'appuntamento vede anche il coinvolgimento, il sostegno e la partecipazione di enti e associazioni attivi nell'ambito delle politiche sociali del territorio, dell’integrazione e dell’accoglienza dei cittadini stranieri. Hanno dato difatti il loro sostegno l'ARCI Provinciale, l’Associazione AGIMI (l'Alba) “Centro Albanese di Terra d'Otranto”, l’Associazione PHILOS in accordo con il Consorzio "Mercatino Etnico" di Lecce, l'Associazione Fratres di Carpignano e Serrano, l' Associazione Culturale Officine Culturali e la Proloco Serrano.

La manifestazione vedrà pure il coinvolgimento dei volontari del Servizio Civile Nazionale che operano in Carpignano Salentino,nei progetti "Inte.S.A.", "Karpofor" e "G.Old 2014".

Per l'occasione verrà aperto al pubblico, grazie al coinvolgimento dell'Associazione Culturale Carpiniana, il complesso di Cacorzo con l'imponente torre colombaia (la più grande della Puglia - Foto in gallery) e le caratteristiche Neviere, il Santuario della Madonna della Grotta, oltre al complesso rupestre sito in Largo Madonna delle Grazie e costituito dal frantoio ipogeo, di recente riqualificazione, e dalla Cripta di Santa Cristina, monumento simbolo di dialogo e convivenza civile.

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
26/07/2016
Questo il tema scelto dagli organizzatori per la ...
Cultura
19/07/2016
Axa presenta alla Provincia di Lecce un conto di 365mila ...
Cultura
18/07/2016
A Serrano torna la manifestazione “L'olio della ...
Cultura
15/07/2016
Domani, sabato 16 luglio con Roberto Cotroneo, curatore ...
Tappa a Gallipoli per l'ensemble giudata da Claudio Prima. Lunedì 25 luglio, ore 21, ingresso ...