Torre Chianca, criticità e progetti nell’atteso confronto tra residenti e istituzioni

lunedì 18 gennaio 2016

Si è tenuto ieri mattina un acceso dibattito sulle problematiche della marina, tra le associazioni locali, i residenti e i rappresentanti del Comune di Lecce, con la presenza dell’assessore Gaetano Messuti.

Una platea di oltre 150 persone ha preso parte ieri mattina all’appuntamento, organizzato dall’associazione Marina di Torre Chianca, per discutere assieme all’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lecce, Gaetano Messuti, del futuro di Torre Chianca e di tutti i problemi relativi al degrado in cui da tempo versa la marina leccese: sprechi legati all’illuminazione pubblica, marciapiedi danneggiati, strade distrutte, canali senza manutenzione, dislivelli che con la pioggia causano veri e propri fiumi di fango sulle vie cittadine, sono stati alcuni dei temi posti all’attenzione delle istituzioni locali.

L’ingegnere Giovanni Dell’Anna, responsabile dell’Ufficio progettazione del Comune di Lecce, dopo aver specificato che l’amministrazione è impegnata in interventi relativi alla rete idrica e di fognatura nera lungo tutto il litorale, ha illustrato alcuni dettagli relativi ai tre progetti in cantiere per Torre Chianca: la sistemazione a verde di Piazza Paradiso (per cui saranno stanziati 300mila euro), la sistemazione del lungomare nord (per una spesa di 880mila euro) e un’area a verde attrezzato tra viale Zefiro e viale Eolo (520mila euro).

Sembra però aver raggiunto un punto di non ritorno l’indulgenza dei cittadini, che durante l’incontro hanno chiesto più volte a gran voce prove concrete e soprattutto tempistiche precise, stanchi di promesse e progetti sfumati nei meandri delle lungaggini burocratiche. Anno dopo anno, infatti, tutti i residenti e soprattutto gli imprenditori locali, a causa di una cattiva gestione della marina, perdono ingenti risorse economiche che potrebbero invece trasformarsi in volano di sviluppo.

“Siamo soddisfatti della risposta dei cittadini a questa iniziativa e del fatto che così tante persone abbiano dimostrato, partecipando alla riunione, di essere realmente interessate alla crescita nel nostro territorio – ha dichiarato Daniele Biasco, presidente dell’associazione “Marina di Torre Chianca” – Abbiamo dimostrato come un’intera comunità, riunita attorno ad un tema di interesse collettivo e sotto il cappello dell’Associazione Marina di Torre Chianca, possa essere rappresentativa delle istanze di tutta la città, nonostante abbia personalmente ricevuto decine di sms e mail di cittadini che a causa di molteplici ragioni non potevano essere presenti fisicamente. Di fatto devo ammettere che, nonostante molti punti siano stati chiariti, ci sono ancora questioni irrisolte e importanti domande a cui l’amministrazione non ha voluto/saputo fornire risposte precise, come invece ci auguravamo. Speriamo però, dopo queste ulteriori promesse, di vedere realizzato quanto prima il tanto atteso progetto di valorizzazione del lungomare, e che questo – conclude Biasco - sia solo l’inizio di un piano di riqualificazione più ampio e strutturato che metta al centro di tutto i veri protagonisti: i cittadini”.

 

 

Altri articoli di "Società"
Società
23/08/2016
All'incontro con le associazioni monsignor Domenico ...
Società
22/08/2016
L’appuntamento è previsto per domani mattina: ...
Società
22/08/2016
Le raffiche di tramontana hanno buttato giù l'intera ...
Società
20/08/2016
Il Collettivo Terra rossa ha organizzato una manifestazione per ricordare la condizione ...
Sabato 20 e domenica 21 all'Anfiteatro Romano di Lecce. Spettacoli nell'ambito di “Lecc’è 2016 ...