Ingiustificato aumento dei costi, Tar blocca gara per il servizio di igiene urbano

sabato 16 gennaio 2016

Il tribunale amministrativo leccese ha accolto il ricorso del Comune di Taviano contro l’approvazione del quadro economico finanziario fatto dal commissario ad acta nell’Aro11/Le.

Sospesa la gara per il servizio pubblico di igiene urbana nell’ambito di raccolta ottimale Aro11/Le: la decisione arriva con ordinanza cautelare (la numero 26 del 14 gennaio 2016) del Tar di Lecce, che ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Taviano, rappresentato e difeso dall’avvocato Francesco Baldassarre.

In particolare, il Tribunale Amministrativo, condividendo le censure del Comune, ha ritenuto che il Commissario ad acta dell’A.r.o. 11/Le, nominato dalla Regione Puglia, nell’approvazione del progetto a base di gara e del relativo Quadro economico-finanziario non abbia tenuto conto delle osservazioni tecniche formulate dal Comune di Taviano che vertevano, soprattutto, sull’ingiustificato aumento dei costi per il personale nella gestione del servizio nello stesso ente, a fronte di una riduzione dei costi in quello capofila di Gallipoli.

Il sindaco del Comune di Taviano, Carlo Portaccio, ha espresso soddisfazione per la decisione assunta dal Tar che riconosce la bontà delle determinazioni dell’amministrazione comunale ed auspica che il Commissario dell’A.r.o. 11/Le possa avviare una fase di interlocuzione e di dialogo con il Comune vicino per correggere gli atti di gara nell’interesse dell’efficienza ed economicità del servizio per tutti i paesi facenti parte dell’ambito.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/06/2018
L’incredibile inseguimento è scattato nella ...
Cronaca
23/06/2018
Paura sul litorale leccese dove le due ragazze hanno ...
Cronaca
23/06/2018
Sequestrata un’area di circa 4600 metri quadrati ...
Cronaca
23/06/2018
A Taurisano la polizia ha arrestato un giovane, ...
Nel salento c’e’ stato un caso di encefalite dovuto al morbillo e un altro bambino e’ stato infettato ...
clicca qui