Nessun problema tra l'Asl e il militare ammalato: solo un difetto di comunicazione

venerdì 15 gennaio 2016

A causa di un difetto di comunicazione, alcune delle informazioni contenute nel pezzo riguardante il colonnello dell'Esercito Carlo Calcagni di Cellino San Marco sono risultate essere errate.

Nello scusarci con l'interessato, puntualizziamo che l'ufficiale non ha mai fatto ricorso a farmaci a base di marijuana nelle terapie cui si sottopone quotidianamente; che non si è mai trasferito a Guagnano, dove invece si trovava proprio per sottoporsi ai cicli di terapia prescrittigli; che il colonnello non ha alcun problema con l'Asl di Brindisi che, anzi, è attenta alle sue esigenze cliniche e sempre disponibile a risolvere ogni tipo di problema dovesse verificarsi.

Rinnovando le scuse al colonnello Calcagni, approfittiamo per porgere le stesse ai nostri lettori.

Fonte: Brindisisette 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
08/12/2017
Sono già 22mila i pugliesi che hanno contratto i ...
Sanità
06/12/2017
Il Pronto Soccorso del “Vito Fazzi” sarà più accogliente e ...
Sanità
05/12/2017
Il via libera dalla Regione. Soddisfazione dei sindaci ...
Sanità
05/12/2017
La mancanza di posti nei due ospedali ha costretto il 118 a ...
Il presidente Nazionale della Fis (Federazione Italiana Scherma), Giorgio Scarso, in visita al  Club Scherma Lecce ...