Aprono la portiera da un'auto ferma al semaforo e sfilano due borse, nei guai due leccesi

mercoledì 13 gennaio 2016
Sono stati fermati e identificati dopo poche ore i due giovani autori dello scippo di ieri sera in via Taranto. 

In due su uno scooter hanno affiancato un'auto ad un semaforo e sono riusciti a rubare due borse che si trovavano sul lato passeggero.
I due scippatori, entrambi leccesi, G.F. di 36 anni e D.A.S. Di 22, sono stati raggiunti ed arrestati dagli agenti delle Volanti della Questura di Lecce dopo poche ore dall'accaduto.
Lo scippo è avvenuto intorno alle 20.10 di ieri sera in via Taranto: i due, a bordo di uno Yamaha Majesty blu con targa coperta con nastro adesivo, hanno affiancato una panda ferma al semaforo e uno di loro, con uno scatto, ha aperto lo sportello del lato passeggero e si è impossessato di due borse.
La donna al volante, nonostante lo spavento, ha cercato di trattenere le borse afferrandole per il manico e chiedendo disperatamente al giovane di non portarle via perché in una delle due vi erano degli appunti di lavoro necessari, in quanto insegnante, ma il ragazzo ha tenuto la presa e insieme al complice sono fuggiti a forte velocità verso la periferia.

In una delle due borse vi erano libri scolastici, appunti, fotocopie, mentre nell’altra vi erano documenti , un portafogli con del denaro ed un cellulare Nokia.

La scena non è sfuggita ad un automobilista di passaggio che ha chiamato il 113 e si è messo all'inseguimento della due ruote. Il motociclo, da via Taranto si è diretto in Via De Simone percorrendo alcune strade interne sino ad imboccare nuovamente via Taranto per poi svoltare a sinistra su viale Risorgimento ed immettersi sulla SS 613 in direzione Brindisi. Dopo alcuni km percorsi a velocità sostenuta, l’automobilista, giunto all’altezza dell’Ipercoop ha perso di vista il mezzo. Nel frattempo si erano messi sulle tracce dello scooter anche le Volanti che hanno rintracciato i fuggitivi in prossimità dell’intersezione tra via F. Vallese e una strada che costeggia il centro commerciale Brico Center, mentre erano intenti a svuotare due borse, spargendone per terra il contenuto. I due, alla vista della Polizia, hanno cercato di scappare ma sono stati bloccati

Sparsi per terra vi erano alcuni documenti tra cui la Carta di Identità intestata alla signora di cinquantotto anni che aveva subito lo scippo, una banconota da 20 euro, un telefono cellulare risultato poi essere di proprietà della donna e altri effetti personali contenuti all’interno delle due borse asportate alla malcapitata.

Poiché il ciclomotore al momento non risultava rubato è stato rintracciato il proprietario che ha dichiarato di averlo venduto ad un’altra persona .

La persona alla guida del veicolo, il ventiduenne leccese, sprovvisto di patente di guida, in merito allo scooter riferiva di averlo preso in prestito da un amico di cui tuttavia non forniva le generalità. Pertanto terminati gli accertamenti è stato tratto in arresto in concorso con G.F. per rapina ed indagato per guida senza patente, perché mai conseguita.

I due erano già noti alle forze di polizia per aver commesso analoghi reati ed in particolare D.A.S. era stato riconosciuto dalle vittime di una rapina in casa avvenuta in via Lequile a danno di due straniere il 18 dicembre scorso.

Si tratta del secondo episodio dello stesso tipo avvenuto nella giornata di ieri. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
30/06/2016
Operazione della Guardia di Finanza che nelle scorse ore ha ...
Cronaca
30/06/2016
Omar Sanapo è stato sorpreso in flagranza di reato e ...
Cronaca
30/06/2016
La donna è stata investita da un'auto poco dopo essere scesa dalla sua ...
Cronaca
30/06/2016
Dopo lo yacht che ha preso fuoco al largo e il peschereccio ...
Sabato 2 luglio a Leuca la V edizione del Movida Party: musica con Francesca Profico, Mistura Louca, Cesko e Cristian ...