Poliambulatorio di Taviano “salvo”: Comune paga canone da 40mila euro annui

martedì 12 gennaio 2016

Con una delibera di giunta comunale, l’amministrazione si è assunta il carico del canone annuale per il mantenimento della sede cittadino, che ospita servizi assistenziali e sanitari ed ambulatori medici.

È salvo il poliambulatorio di Taviano, grazie alla deliberazione di giunta comunale 340 del 17 dicembre 2015, con cui l’amministrazione ha ribadito l’intenzione di mantenere sul proprio territorio gli ambulatori medici, i servizi assistenziali e sanitari, nonché annessi uffici (sede Utap e sede servizi territoriali Asl), pur dovendosi sobbarcare l’onere del pagamento totale del canone di 40mila euro annui.

Fino al 31 dicembre scorso il canone è stato pagato, invece, dall’Asl  Lecce, che ha fatto sapere di non potersi più assumere l’onere del pagamento del canone, invitando il Comune di Taviano, nel caso in cui volesse mantenere sul proprio territorio comunale i servizi, a trovare soluzioni idonee atte a non interrompere tale rapporto. Mantenuto, quindi, un servizio di natura primaria per tutta la collettività.

“Siamo fieri – dichiara l’assessore ai Servizi sociali, Teresa Sabato, – di aver mantenuto nella nostra città un servizio così importante in un periodo storico particolarmente difficile e delicato. Ancora una volta ha vinto la sensibilità amministrativa verso i bisogni della popolazione”.

“Non potevamo rischiare – prosegue il sindaco Carlo Portaccio - di perdere i servizi sanitari e assistenziali che il nostro poliambulatorio fornisce a migliaia di utenti ogni anno. Servizi fondamentali per i nostri cittadini”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
24/06/2016
È quanto dichiara il segretario generale del ...
Sanità
23/06/2016
L’assessore al Welfare, Negro assicura: «Il ...
Sanità
20/06/2016
Il servizio aperto in funzione della sensibilità ...
Sanità
18/06/2016
Il capogruppo del Partito Democratico al Comune di Lecce ...
Venerdì 1° luglio alle Manifatture Knos di Lecce party con il live psichedelico e coinvolgente dei ...