Migranti gettati in mare, al largo di Leuca proseguono le ricerche di eventuali dispersi

martedì 12 gennaio 2016

Proseguono le ricerche in mare degli eventuali dispersi, dopo il drammatico sbarco di ieri notte, in cui ha perso la vita una donna appena 30enne. Sommozzatori e mezzi a lavoro da questa mattina.

Continuano al largo di Leuca le ricerche coi mezzi della Guardia costiera e con l’ausilio delle altre forze dell’ordine le ricerche degli eventuali dispersi del gruppo di 42 migranti, arrivati sulle coste salentine nella notte tra il 10 e l’11 gennaio.

Uno sbarco drammatico, in cui gli scafisti, stando ai racconti dei sopravvissuti, non avrebbero esitato a gettato in mare alcuni dei passeggeri, causando la morte di una donna, appena 30enne, di origine somala. 36 sono finora le persone rintracciate, tra mare e terra, sette finite in ospedale per ipotermia (tranne una donna per una frattura). Quattro migranti sarebbero fuggiti dopo lo sbarco.

Potrebbe esserci, dunque, una sola persona dispersa. Dopo i pattugliamenti notturni dei mezzi della Capitaneria di porto di Gallipoli, da questa mattina sono a lavoro i carabinieri e i vigili del fuoco del nucleo sommozzatori di Bari. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/01/2017
In proiettile è stato esploso all'indirizzo del ...
Cronaca
23/01/2017
Fine settimana intenso sotto il profilo dei controlli lungo ...
Cronaca
23/01/2017
Dopo i recenti atti di bullismo e le aggressioni, il ...
Cronaca
23/01/2017
La proposta ha ottenuto il massimo del finanziamento messo ...
 Giovedì 26 gennaio (ore 20.30) una divertente rappresentazione della vita quotidiana dei teatranti, tra ...