Migranti gettati in mare, al largo di Leuca proseguono le ricerche di eventuali dispersi

martedì 12 gennaio 2016

Proseguono le ricerche in mare degli eventuali dispersi, dopo il drammatico sbarco di ieri notte, in cui ha perso la vita una donna appena 30enne. Sommozzatori e mezzi a lavoro da questa mattina.

Continuano al largo di Leuca le ricerche coi mezzi della Guardia costiera e con l’ausilio delle altre forze dell’ordine le ricerche degli eventuali dispersi del gruppo di 42 migranti, arrivati sulle coste salentine nella notte tra il 10 e l’11 gennaio.

Uno sbarco drammatico, in cui gli scafisti, stando ai racconti dei sopravvissuti, non avrebbero esitato a gettato in mare alcuni dei passeggeri, causando la morte di una donna, appena 30enne, di origine somala. 36 sono finora le persone rintracciate, tra mare e terra, sette finite in ospedale per ipotermia (tranne una donna per una frattura). Quattro migranti sarebbero fuggiti dopo lo sbarco.

Potrebbe esserci, dunque, una sola persona dispersa. Dopo i pattugliamenti notturni dei mezzi della Capitaneria di porto di Gallipoli, da questa mattina sono a lavoro i carabinieri e i vigili del fuoco del nucleo sommozzatori di Bari. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/06/2018
L’incredibile inseguimento è scattato nella ...
Cronaca
23/06/2018
Paura sul litorale leccese dove le due ragazze hanno ...
Cronaca
23/06/2018
Sequestrata un’area di circa 4600 metri quadrati ...
Cronaca
23/06/2018
A Taurisano la polizia ha arrestato un giovane, ...
Nel salento c’e’ stato un caso di encefalite dovuto al morbillo e un altro bambino e’ stato infettato ...
clicca qui